TROINA. Contributi acquisto case anche in zona B

Estesa la concessione del finanziamento a fondo perduto, a chi acquista la prima casa nel centro storico, anche a tutti i cittadini residenti, ai lavoratori impiegati in attività economiche e a alcune vie della zona “B” del Piano regolatore generale.

A usufruire del contributo in conto capitale e a fondo perduto per l’acquisto della prima casa nel centro storico, non saranno più solamente le giovani coppie, le ragazze madri, i coniugi separati e divorziati con più di due figli a carico, i disabili con invalidità superiore al 41% e i single di età inferiore ai 46 anni. Il consiglio comunale, nella seduta di giovedì 1 settembre scorso, ha approvato all’unanimità la modifica al regolamento comunale, che estende la concessione del contributo anche ai cittadini residenti da almeno 1 anno nel Comune di Troina e ai lavoratori che, almeno da 12 mesi, siano impiegati lavorativamente in ditte, società, cooperative o associazioni che abbiano sede nel territorio comunale.

“Complici del grande riscontro riscosso dall’iniziativa, ben al di sopra delle nostre più rosee aspettative, e dalle numerose richieste giunte da parte dei nostri concittadini – spiega il sindaco Fabio Venezia – abbiamo deciso di rimodulare la concessione del contributo. Stiamo assistendo a un’inversione di tendenza che sta portando i giovani troinesi a ripopolare il centro storico e, pertanto, metteremo il massimo impegno per fronteggiare la crisi del settore edilizio e la riqualificazione delle abitazioni private”.

A integrazione del regolamento, sono inoltre state aggiunte anche le seguenti vie della zona “B” del Piano regolatore generale, immediatamente a ridosso di quella “A” del centro storico: San Silvestro, Mercato (dal numero civico 1 al 35), Cavallotti, Corpus Domini, Toselli, Donati, Parco delle Rimembranze, Carrubba, Fratelli Rosselli, Della Resistenza, Spitaleri, Umberto I°, Croce, San Pantheon, Muratori, Sollima, Vittorio Emanuele II° (fino al numero civico 295), Mustica, L’Episcopo, Di Muni, Catena, Rosone, Gino Abbate e Saccone.

Il contributo elargito dal Comune, ammonta al 50% del costo d’acquisto dell’immobile, fino a un importo massimo di 8 mila euro. Per le giovani coppie, le ragazze madri e i coniugi separati e divorziati con più di due figli a carico, il finanziamento è invece del 60%, fino a un massimo di 10 mila euro.


La Redazione
Autore -


'TROINA. Contributi acquisto case anche in zona B' has 1 comment

  1. Avatar

    6 Settembre 2016 @ 05:38 Anonimo

    iniziativa lodevole Ma le case che sono al centro storico dove la macchina non può arrivarci sotto casa sono penalizzare perché le macchine non possono sostare neanche in via Conte Ruggero e gli eventuali acquirenti si demotivano chiedo al Sindaco di pensare a un incentivo di posteggio per favorire la vendita di queste case


Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864