TROINA. Il congresso di Odontoiatria speciale

Per la prima volta figure professionali che si occupano di Odontoiatria speciale si sono riunite in Sicilia, a Troina alla Cittadella dell’Oasi. Da Catania a Palermo medici chirurghi di tutte le discipline, Odontoiatri, Igienisti dentali e altre figure professionali della Sicilia, coinvolti a vario titolo nel trattamento e la cura odontoiatrica per persone diversamente abili, hanno confrontato le loro esperienze per approfondire le possibilità di cura nei pazienti disabili e migliorare le conoscenze in questo settore.

Ad organizzare il primo congresso regionale dal titolo “l’Odontoiatria Speciale in Sicilia: lo stato dell’arte, le esperienze cliniche”, la Società italiana di odontostomatologia per l’handicap (Sioh) e l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) Oasi Maria SS. di Troina.

La salute odontostomatologica del soggetto disabile costituisce un problema sociale, etico e sanitario di non facile approccio e soluzione ed è molto sentito sia da parte delle famiglie, sia da parte degli specialisti del settore. Negli ultimi anni, le scienze odontoiatriche hanno fatto notevoli progressi nell’ottica di un miglioramento della qualità della vita delle persone diversamente abili, e nel corso del convegno sono state anche presentate apparecchiature odontoiatriche innovative ad alto contenuto tecnologico per ridurre i disagi e lo stress del paziente e migliorare contestualmente le condizioni di lavoro dell’equipe odontoiatrica.

Il congresso si è tenuto oggi, 4 giugno. I lavori congressuali hanno avuto inizio alle 9 per concludersi alle 14. Diversi i relatori tra i quali il dottore Riccardo Spampinato direttore Uoc di Odontoiatria speciale riabilitativa dell’Aou Policlinico “Vittorio- Emanuele” di Catania, poi i medici Salvatore Porrovecchio, responsabile Uoc Ambulatorio gravi disabili clinica medica, Luigi Caradonna, chirurgo Maxillo-Facciale, Rosario Patti, anestesista nei soggetti con abilità diversa non collaboranti, tutti dell’Aou Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo, poi il dottore Gaetano Bellorofonte, responsabile Servizio odontostomatologia del P.O. di Comiso (RG), il dottore Giovanni Panarisi, Responsabile ambulatorio di Odontoiatria speciale nel paziente disabile del P.O. “San Giovanni Di Dio” di Agrigento.

Per il dottore Marco Magi, presidente nazionale S.I.O.H., “i congressi rappresentano la base e un tramite di conoscenza, e Troina ha delineato in questo settore un punto di riferimento a livello scientifico ed umano. In questo congresso abbiamo avuto tante realtà scientifiche, cliniche e di ricerca che operano sul territorio siciliano ed emerge una grande risorsa umana. Nelle difficoltà che l’Italia sta attraversando, ci sono persone che con grande forza, passione medica, deontologica ed etica portano avanti rilevanti risultati nel campo dell’ Odontoiatria speciale”.

Per il dottore Roberto Russo, Responsabile UOS di Odontostomatologia speciale dell’Irccs Oasi Maria SS. di Troina e responsabile scientifico del congresso, la Sicilia non è più una “cenerentola” in questo settore, ma esprime eccellenze ponendo l’isola non più agli ultimi posti e riducendo inoltre, in modo significativo, il cosiddetto fenomeno della mobilità sanitaria passiva. Prima i pazienti partivano per il Nord Italia, ora, grazie ai diversi centri che si occupano di Odontoiatria speciale, i siciliani non sono costretti a cercare cure e trattamenti altrove con evidenti vantaggi sia sul piano economico, sia soprattutto sul piano psicologico.


La Redazione
Autore -


'TROINA. Il congresso di Odontoiatria speciale'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864