REGALBUTO. Rimangono in carcere i due catanesi, coltivatori di marijuana

I catanesi Antonino Napoli, classe 1966, e Roberto Cuciuffo, classe 1969, rimangono in carcere. Il Gip del Tribunale di Enna che ha convalidato l’arresto ha accolto la richiesta della Procura ennese e ha disposto che i due uomini, arrestati dai carabinieri perché gestivano 1.700 piante di marijuana in contrada Sisto, co tintinno a rimanere nella casa circondariale di Enna dove erano stati tradotti dopo l’arresto. A completa maturazione la piantagione avrebbe fruttato, secondo la stima dei carabinieri, un ricavo netto di 680 mila euro.

All’arresto di Cuciuffo e Napoli si era arrivati nel corso di un’operazione antidroga portata avanti dalla Compagnia di Nicosia e dal Nucleo operativo del Corpo forestale regionale di Enna.

Carabinieri e Forestale avevano individuato, all’interno di un frutteto, 1693 piante di cannabis, alte 4 metri circa, mature ed un casolare, apparentemente abbandonato, che poi è risultato il luogo della lavorazione dello stupefacente.

Subito dopo il rinvenimento della piantagione, erano iniziati i servizi di osservazione dei carabinieri durati un paio di settimane, fino quando i militari avevano visto arrivare i due uomini a bordo della propria autovettura che si dirigevano verso la piantagione adoperandosi alla cura delle piante. Cuciuffo e Napoli, bloccati dai carabinieri, non avevano opposto resistenza end erano stati condotti nella Caserma del Comando compagnia di Nicosia per le incombenze di rito e quindi tradotti nella casa circondariale di Enna.

Il controllo effettuato all’interno del casolare aveva permesso di portare alla luce un vero e proprio laboratorio per la produzione ed il confezionamento della marjuana all’interno del quale si trovavano, da poco raccolte, alcune piante che erano state messe ad essiccare all’interno di una stanza dotata di condizionatore, utilizzato per deumidificare l’ambiente.

Le indagini continuano per accertare eventuali responsabilità in carico ad altri soggetti.


La Redazione
Autore -


'REGALBUTO. Rimangono in carcere i due catanesi, coltivatori di marijuana'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864