PARLAMENTO DELLA LEGALITÀ INTERNAZIONALE. Strepitoso successo di un Convegno che da Monreale fa notizia pure Al Cairo.

Una splendida giornata di sabato, di un mese di settembre che ancora profuma di vacanze, tutto in clima primaverile, senza pioggia ma tanta bellezza, ha accolto un evento singolare come il terzo convegno nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale. A rendere meraviglioso questo appuntamento è la solarità e la gioia che si intravede sul volto e nello sguardo di centinaia di persone che silenziosamente ma con passo deciso vanno verso il palazzo arcivescovile della città Arabo/Normanna. Sono arrivati in tanti dal Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, e da diversi Comuni della Sicilia per dire “si a una cultura della vita e no a quella della violenza gratuita e distruttiva”. Stiamo parlando del terzo convegno nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale svoltosi presso la sala conferenze del Palazzo Arcivescovile di Monreale. A dare il benvenuto ai tanti “amici” Salvatore Sardisco e mons. Michele Pennsi Arcivescovo e guida spirituale del movimento interconfessionale e apartitico fondato da Nicolò Mannino dopo anni di intensa attività antimafia. In prima fila generali delle forze dell’ordine: dal Generale di corpo d’Armata Carmine Lopez, generale interregionale della Guardia di Finanza dell’Italia Sud Occidentale (e presidente onorario del parlamento della legalità internazionale) al Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota comandante delle forze operative terrestri di supporto che ha ricevuto la nomina di “Collaboratore di Presidenza” del movimento, dal generale di Divisione Giovanni Cataldo, comandante della legione carabinieri della Sicilia, al tenente colonnello Giuseppe Capuani del trentasettesimo Stormo della base dell’Aeronautica Militare di Trapani/Birgi, sede dell’Ambasciata del Tricolore a firma Parlamento della Legalità Internazionale, al comandante del Centro Minorile del “Malaspina” Francesco Cerami. “È con grande affetto che vi abbracciamo uno ad uno, ha detto Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, un abbraccio che parte dal cuore per essere tutti una grande famiglia che dialoga, ascolta e programma eventi culturali che sanno di speranza e di legalità pura che trova la sua forza nel Kerigma della Bellezza che viene fuori dal Vangelo dei Poveri”. “Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, ha detto Beatrice Moneti, dirigente scolastico all’istituto Comprensivo A.Veneziano di Monreale nonchè coordinatrice nazionale di tutti i dirigenti scolastici che fanno capo al Parlamento della legalità Internazionale, sono due catalizzatori di energie positive che ci spronano sempre piu’ a fare bene e meglio”. Floriana Nappi, coordinatrice del movimento nella regione Campania ha presentato il progetto in rete che vedrà scuole di tutta Italia agire all’unisono per un impegno forte che riguarda l’aspetto formativo ed educativo dei giovani sul sentiero dei veri valori della vita. Un lungo applauso ha interrotto l’intervento del generale dei Carabinieri Giovanni Cataldo quando ha ricordato la figura e il sacrificio del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’appuntato Domenico Russo, “una personalità forte che amava parlare al cuore dei giovani”. Presente in sala anche una delegazione egiziana arrivati dal Cairo con il giovane Ramy, lo studente che ha salvato dall’incendio del pullman ben cinquantadue compagni vittime di un gesto diabolico dell’autista. Durante il convegno il presidente Nicolò Mannino ha presentato il progetto formativo culturale “Ricercatori dell’Alba” che vedrà impegnati tantissime scuole di tutta Italia dalla Lombardia alla Sicilia. “Vogliamo un mondo piu’ bello e senza mafia, ha detto al microfono la piccola Chiara una bambina dell’Istituto Comprensivo Francesca Morvillo di Monreale” mentre Alfonso Guadagnino, undici anni, arrivato da Canicatti (Paese che ha dato i natali al giudice Rosario Livatino) ha urlato un monologo con il quale si annunciava l’uccisione di Peppino impastato”. Presenti tanti sindaci arrivati da Ravanusa, Camporeale, l’intera giunta del Comune di Orta Nova (Prov. Foggia) l’Assessore Giovani Alongi del Comune di Caccamo e tanti dirigenti scolastici, docenti, esponenti del mondo ecclesiale e semplici cittadini. Al termine della manifestazione è stato presentato il libro “Profeticamente Scomodi, quando un Uomo si sporca le mani: Don Tonino Bello “a cura di Nicolò Mannino che “vuole essere, ha detto l’autore, un vademecum del nostro concreto impegno socio/culturale per ascoltare il grido degli ultimi, le speranze dei giovani e i sogni dei poveri e dare loro risposte di speranza e di vita”. Grande l’impegno e la collaborazione della docente Helga Guardì che insieme ad un gruppo di volontarie ha curato la vetrina di presentazione del libro. Nel darsi l’arrivederci a Roma presso la sala dei gruppi parlamentari a Montecitorio per inaugurare l’anno accademico con tutti i coordinatori regionali delle trentacinque ambasciate del movimento sparse in tutta Italia, la delegazione del Cairo guidata dal presidente della Comunità Egiziana Basem Salama Igrahim ha comunicato che a dicembre una delegazione di cento esponenti del parlamento della legalità internazionale, guidati da Nicolò Mannino, Salvatore Sardisco e Mons. Michele Pennisi, è attesa gratuitamente al Cairo per un gemellaggio culturale e l’insediamento di una ambasciata del Parlamento della Legalità Internazionale


Staff
Autore -


'PARLAMENTO DELLA LEGALITÀ INTERNAZIONALE. Strepitoso successo di un Convegno che da Monreale fa notizia pure Al Cairo.'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864