NICOSIA. Randagismo, rinnovo contrattuale e costi del servizio

Approvata con delibera di Giunta del 9 luglio 2016 la proposta d’affidamento, per il triennio 2017/2019, del servizio di cattura, ricovero, mantenimento e cura dei cani randagi. La proposta avanzata dal dirigente del quarto settore prevede che il servizio sia affidato ad una idonea struttura privata. Adesso il dirigente del settore competente attiverà tutte le procedure necessarie per espletare l’affidamento.

Il servizio di cattura, ricovero, mantenimento e cura dei cani randagi è affidato, attualmente, al rifugio Mimiani di Caltanissetta. Il rapporto contrattuale con la società affidataria scadrà il 31 dicembre 2016. Al fine di evitare che il servizio non venga espletato, i Comuni hanno l’obbligo di legge, e considerando la necessità di mantenere i cani già accalappiati nel territorio di Nicosia, diventa fondamentale provvedere con immediatezza al rinnovo contrattuale a decorrere dall’1 gennaio 2017.

La proposta contrattuale sarà avanzata sulla base dei costi della passata gestione, con riserva di provvedere al relativo impegna di spesa al momento dell’approvazione dello strumento finanziario per l’anno in corso e subordinando a tale momento l’esecuzione del servizio.

Al fine di evitare fenomeni di randagismo, che a Nicosia non sono rari, i Comuni sono obbligati per legge a dotarsi di rifugi sanitari pubblici e alla loro gestione. La città, com’è noto, non è dotata di un’idonea struttura. L’Ente, negli anni passati ha ritenuto conveniente, a seguito di una analisi dei costi per il mantenimento sia della struttura sia del personale da impiegare, affidare ad un’adeguata struttura privata il servizio.

Il costo giornaliero che deve affrontare il Comune, per ogni singolo animale, è di 2,51 euro con un ribasso dello 0,301 per cento, a seguito del ribasso, effettuato dalla Srl Rifugio Mimiani, che è gestore del servizio per il biennio 2015/2016. Il Comune altresì ha impegnato nel 2014, con riserva, i fondi necessari preventivando una spesa di 100 mila euro annui, 200 mila euro complessivi, nel momento dell’adozione dello strumento finanziario e subordinato all’esecuzione dell’appalto.


La Redazione
Autore -


'NICOSIA. Randagismo, rinnovo contrattuale e costi del servizio'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864