NICOSIA – LEONFORTE. Il basista nicosiano e la banda catanese

Si chiariscono i dettagli della “Operazione “21” condotta questa notte fra Nicosia e Catania dagli uomini della Squadra mobile di Enna, in collaborazione con la Squadra mobile di Catania e con il Commissariato di Nicosia, che ha portato all’arresto, ai domiciliari, di sette persone. Fra loro anche un nicosiano che per gli inquirenti era il basista del gruppo criminale responsabile del tentato furto del bancomat dell’ospedale Basilotta di Nicosia e del furto del bancomat dell’ospedale Ferro – Branciforti – Capra di Leonforte.

Il provvedimento restrittivo è scattato a carico del nicosiano Mario Bonelli e dei catanesi Angelo Magrì, Pietro, Angelo e Vincenzo Verga, Michael Nicotra e Giuseppe Caruso.

“L’attività investigativa eseguita, diretta dalla Procura di Enna, nella persona del sostituto procuratore Francesco Augusto Rio – spiegano dalla Questura di Enna –  ha avuto origine nel corso dei servizi tecnici svolti nell’ambito di altro procedimento penale relativo al delitto di estorsione perpetrato in danno di una ditta edile che stava eseguendo dei lavori pubblici in Nicosia, per cui è stato arrestato in flagranza di reato lo scorso ottobre Bonelli Mario. Le indagini hanno consentito di accertare l’esistenza di un gruppo criminale, che vanta proprio nel Bonelli Mario il referente in questa provincia, costituito da soggetti tutti provenienti da Catania, che ha operato nei comuni di Leonforte e Nicosia, ove ha perpetrato furti di apparati bancomat, ubicati all’interno dei locali degli Ospedali dei due centri”.

“Dalla disamina dei contatti telefonici intrattenuti dal Bonelli – continuano dalla Questura – nonché dal monitoraggio dell’autovettura Mercedes in uso allo stesso, è emerso che questi manteneva un periodico rapporto con parte degli odierni indagati al fine di prestare il proprio supporto logistico allorché il gruppo capeggiato da Angelo Magrì e Pietro Verga si recava in questa provincia per compiere i delitti in danno degli istituti di credito”.

Prprio dall’ascolto delle conversazioni intercettate e dall’analisi dei tabulati telefonici sarebbe emersa prima la responsabilità penale di Mario Bonelli, quale basista, e successivamente quella di Angelo Magrì quale mandante e di Pietro Verga quale esecutore materiale, in concorso agli altri soggetti successivamente identificati, in relazione al tentativo di furto del bancomat della Bnl dell’Ospedale “Basilotta” di Nicosia, avvenuto la notte del 30 settembre 2015. In quell’occasione il bancomat venne lasciato davanti all’ospedale perché mentre lo trasportavano esplose il congegno di sicurezza che fece uscire una copiosa quantità di inchiostro che macchiò le  banconote.

“Dall’ulteriore sviluppo investigativo si è appurato – continuano dalla Questura – che il medesimo gruppo criminale, di volta in volta costituito da diverse batterie di soggetti si è, altresì, reso responsabile del furto aggravato dell’apparato bancomat della Banca nazionale del lavoro (contenente all’interno la somma di €.17.830,00) installato presso i locali dell’Ospedale “Branciforti – Capra” di Leonforte, evento delittuoso avvenuto la notte del 7 ottobre 2015”.

“La figura di Bonelli – sottolineano dalla Questura – quale basista di fiducia del gruppo, si delineava in maniera netta già in occasione del primo episodio delittuoso allorché il giovane, durante gli spostamenti effettuati nel corso della notte del 30 settembre 2015 si muoveva a bordo della propria autovettura da Nicosia a Leonforte, proprio in prossimità dell’Ospedale Branciforti-Capra, al fine di condurre in quel luogo i propri complici che, poco prima, avevano invano tentato di impossessarsi del bancomat a Nicosia.

I catanesi sono del quartiere Librino. “Molti di loro, fra l’altro, abitano in quella zona al civico 21 di Viale Moncada. Questo indirizzo, da cui trae origine il nome dell’operazione, costituiva – continuano dalla Questura – il luogo di ritrovo e di appuntamento fra i soggetti, anche per avviare le loro attività delittuose”.

 


La Redazione
Autore -


'NICOSIA – LEONFORTE. Il basista nicosiano e la banda catanese'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864