NICOSIA. La Giunta si esprime sulle dicerie del “gruppo spontaneo”. Il solito imbroglio!

Ieri sera, al termine di una lunga diretta Facebook cui hanno partecipato anche ospiti prestigiosi (l’on.le Luisa Lantieri e il dott. Emanuele Cassarà), gli organizzatori (autodefinitisi gruppo spontaneo, quasi esistano gruppi politici di carattere obbligatorio) hanno concluso congratulandosi a vicenda per il grande risultato: grazie a loro il reparto di chirurgia viene riaperto da subito!
È sufficiente far circolare un messaggio del genere affinché un cittadino poco attento (e speriamo siano una sparuta minoranza) inizi a vedere quel gruppo spontaneo (e i suoi leader) come degli eroi, paladini del territorio, gelosi custodi dei servizi che le Autorità Centrali provano pervicacemente a scippargli mentre qualcun altro (magari l’Amministrazione Comunale), rimane distratto o, peggio, connivente.
Questo può essere l’effetto che il gruppo spontaneo (impegnatissimo a screditare i rappresentanti delle Istituzioni Locali, con il malcelato intento di poterli scalzare alle prossime elezioni) consegue se ci si limita a leggere qualche post, o se si contano solo i like
In realtà non è difficile svelare l’imbroglio: al contrario è sufficiente ascoltare la viva voce dei due ospiti della diretta in parola per rendersi conto della realtà.
Il dottor Emanuele Cassarà che è il Direttore Sanitario dell’ASP Enna, dunque soggetto assolutamente a conoscenza dei fatti, siccome parte attiva del centro decisionale della Sanità locale – ha esordito affermando testualmente: non c’è niente da riaprire, perché il reparto di chirurgia di Nicosia non è mai stato chiuso.
Continua il dott. Cassarà spiegando che, a causa dell’emergenza Covid19, a livello nazionale (con una Circolare Ministeriale), si è deciso di sospendere l’attività chirurgica programmabile (ossia quella non durgenza, c.d. elettiva) individuando in ciascun ambito territoriale (provinciale o infraprovinciale) degli ospedali in cui concentrare l’attività chirurgica urgente, ciò anche al fine di limitare in pochi siti i centri CoVid-19 ed evitare ogni forma di interferenza e promiscuità tra le diverse attività sanitarie che possa agevolare il rischio diffusivo dellepidemia.
Questo è ciò che accade in tutta Italia, dunque in Sicilia, ed anche a Nicosia!
Per evitare di apparire superficiali e pressapochisti o, peggio, difensori d’ufficio in malafede delle Autorità Regionali e Locali, si rinvia alla Direttiva dell’Assessore Regionale alla Sanità del 13.3.2020 prot. n°14784 (che testualmente prescrive: si dispone che i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie sospendano con decorrenza immediata tutte le attività chirurgiche in elezione”) nonché ad uno dei tanti articoli di stampa che hanno affrontato la tematica (https://www.fanpage.it/attualita/coronavirus-stop-a-interventi-chirurgici-dove-si-applica-e-quali-prestazioni-sono-garantite/).
Questa, peraltro, è la medesima spiegazione data dal Sindaco di Nicosia in occasione dell’intervista rilasciata in data 23.4.2020.
Proprio in quella occasione il dott. Bonelli dava conto di avere incontrato il dott. Salvatore Puglia, appena nominato a capo della chirurgia di Nicosia, il quale ha manifestato tutto il proprio entusiasmo nel far ripartire l’attività chirurgica durgenza e non rilanciando ai massimi livelli anche quel settore del nostro Ospedale non appena l’emergenza epidemiologica in atto sarà cessata.
Anche su tale ultimo aspetto (cioè la nomina del dott. Puglia, e la sua grande determinazione propositiva a voler rivitalizzare il nostro reparto) si è soffermato il dott. Cassarà, così confermando che la forza e l’efficacia dei reparti ospedalieri (come di ogni attività umana) dipende soprattutto dalla passione e dalla dedizione che ci mettono gli uomini e le donne che vi lavorano; certo nei reparti occorrono gli uomini e le donne, ne occorrono in numero sufficiente, ed anche sul punto il dott. Cassarà ha dato rassicurazioni, elogiando i nostri medici che si stanno sacrificando anche a Enna sopperendo alle esigenze dettate dall’epidemia.
Dunque è svelato l’imbroglio: la chirurgia di Nicosia non riapre perché non è mai stata chiusa!
Niente di nuovo sotto il sole; il trionfalistico annuncio del comitato spontaneo somiglia tanto, troppo, all’annuncio di qualche tempo fa circa l’imminente riapertura del nostro Tribunale, grazie a una legge che stanziava per il suo funzionamento una somma letteralmente ridicola (€ 50.000,00 all’anno).
Come tutti avevano capito, quel progetto non avrebbe avuto nessun seguito, siccome tecnicamente sgangherato, ma soprattutto (purtroppo) perché neanche progetti ben più seri e adeguati al nostro territorio avevano ricevuto alcun serio ascolto da parte del Governo centrale che, da tempo, aveva liquidato la questione a livello nazionale.
La campagna elettorale per qualcuno è già iniziata, e ciò è assolutamente legittimo: il confronto, la proposta di alternativa sono assolutamente legittimi, anzi necessari per una democrazia autentica, sarebbe però opportuno che si svolgessero su idee concrete, fondate su fatti veri e non su mistificazioni e contrabbando di ipotetiche emergenze.

La Giunta comunale.


La Redazione
Autore -


'NICOSIA. La Giunta si esprime sulle dicerie del “gruppo spontaneo”. Il solito imbroglio!'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864