NICOSIA. La carezza di papa Francesco ad una famiglia nicosiana

Tante volte abbiamo sentito dire a papa Francesco che bisogna “portare la carezza di Dio a chi ne ha bisogno”. E quella carezza proprio attraverso il sorriso di questo papa venuto “dalla fine del mondo” è arrivata a Nicosia. È arrivata alla famiglia Vitale che vuole raccontare la gioia per averla ricevuta.

“Un anno fa – racconta Antonella Vitale – ho scritto a papa Francesco una lettera dettata dal cuore, con emozioni e dolori. Esattamente il 3 marzo 2015 ho perso il mio adorato papà. In quella lettera ho voluto raccontare al papa chi era mio papà e il vuoto che ci ha lasciato. Gli ho chiesto di vegliare su noi tutti e una preghiera speciale per il mio papino”. Ad Antonella Vitale forse bastava la gioia di avere scritto al papa. Ma invece è arrivata una gioia più grande.

“A maggio, dello scorso anno – continua Antonella Vitale – inaspettatamente trovo nella buca delle lettere una busta bianca proveniente dal Vaticano. Era la risposta di papa Francesco tramite il segretario di Stato che non mi sarei mai sognata di ricevere. Mi ha mandato la sua benedizione e ha raccomandato il mio papà a Dio personalmente. Una cosa meravigliosa. L’ho dedicata ai miei familiari e al mio dolce papà. È stato per lui che ho sentito il bisogno di scrivergli e il papa mi ha risposto inviandomi anche il suo stemma personale e la sua foto. …è un uomo molto sensibile ai problemi e difficoltà degli altri….lo adoro…..Antonella.


La Redazione
Autore -


'NICOSIA. La carezza di papa Francesco ad una famiglia nicosiana'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864