Nicosia. Incarichi legali al Comune, cambiano le regole

Modificato il regolamento sugli incarichi che il Comune conferisce ai legali. La recente modifica  approvata dal consiglio comunale ha fissato il limite massimo percepito per le parcelle legali, a poco meno di 8 mila euro per ciascun avvocato incaricato. La giunta, competente ad affidare l’incarico, deve scegliere il legale tra quelli che entro il 31 dicembre prossimo si saranno iscritti all’elenco suddiviso per settori legali, quindi civile, penale, amministrativo o contabile. Ciascun avvocato iscritto non potrà avere più di due incarichi nell’arco di un anno. E’ stata confermata la norma, introdotta nel 2014,  secondo la quale non possono ottenere incarichi gli avvocati che sono controparte in cause contro il Comune e che, pertanto  tutelano interessi contrapposti.

I legali che per qualunque motivo rinunciano ad un incarico, non possono ricevere incarichi per 12 mesi. Non si intende incarico aggiuntivo l’affidamento di un patrocinio in un grado successivo di giudizio, fermo restando il tetto massimo di 8 mila euro di compenso nell’arco di un anno, per cui come già avviene, in questi casi il legale accetta senza oneri aggiuntivi per l’Ente che ha comunque fissato le tariffe in apposite tabelle.

Nel regolamento è stato previsto il ricorso alla “negoziazione volontaria assistita”, che comporta, nel caso in cui le parti raggiungano l’accordo, la conclusione del procedimento entro 3 mesi senza i costi ed i tempi di un procedimento dinanzi ad un tribunale civile.


La Redazione
Autore -


'Nicosia. Incarichi legali al Comune, cambiano le regole'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864