NICOSIA. Convegno sul Padre della Misericordia

Si è tenuto nella serata di ieri, presso la Chiesa di San Vincenzo Ferreri, un interessante convegno sul Padre della Misericordia, la Sua storia e la Sua attualità. Un folto pubblico ha partecipato, nonostante la pioggia, e potuto riflettere sulla figura del Padre della Misericordia, il celebre crocifisso custodito nella Basilica di Santa Maria Maggiore e che il prossimo venerdì (terzo del mese di Novembre come da consolidata tradizione) uscirà in processione per le vie del paese, in ricordo (meglio dire in ringraziamento) del celebre miracolo avvenuto il 20 Novembre (terzo Venerdì) del 1626 in cui Nicosia, attraverso una tale processione, fu liberata dalla peste. A moderare i lavori l’avv. Filippo Giacobbe che, dopo una piccola delineazione del contesto storico, ha posto ai presenti le finalità dell’incontro che non deve esaurirsi nel passato ma che deve trovare una attualizzazione del miracolo del Padre della Misericordia. Dello stesso tono l’intervento del Sindaco di Nicosia Luigi Bonelli che ha subito posto l’attenzione sulla moderna peste (perché ormai la malattia nei Paesi Occidentali è solo un qualcosa da libri di Storia) che affligge questi nostri tempi: è peste la droga, è peste l’alcool, è peste il gioco d’azzardo. Ed ecco come il passato si fa presente e diventa futuro. La peste, egregiamente descritta ne “I Promessi sposi” e in “Storia della colonna infame” da Manzoni è anche motivo per far nascere la paura nel diverso (e quindi un altro filone su cui riflettere). Il Comune di Nicosia, è stato detto nell’intervento (peraltro molto apprezzato) del Sindaco, si sta impegnando anche per la festa del Padre della Misericordia. Impegno ribadito anche dall’Assessore al Turismo Daniele Pidone che partendo da un suo legame personale al quartiere e quindi al Crocifisso, ha ricordato il contributo che il Senato nicosiano aveva a suo tempo stanziato e che il Comune, già per il secondo anno, stanzierà quest’anno. Pietro Muzzicato, superiore della Congregazione della Divina Misericordia, ha incentrato il proprio intervento sulla storia e sul significato della Congregazione, un “ente” (se così ci è permesso definire) presente a Nicosia come associazione spontanea sin dal 2000 ma che nel 2008 ha avuto nascita ufficiale con l’approvazione dello Statuto da parte dell’allora Vescovo Mons. Salvatore Pappalardo. In ultimo Padre Gaetano Giuffrida, parroco di Santa Maria Maggiore, ha fatto una mirabile sintesi di ciascun intervento partendo dallo scritto che Mons. Addeo, Vescovo di Nicosia agli inizi del ‘900, ha dedicato alla storia del Padre della Misericordia (uno scritto breve non esistendo tutt’oggi uno studio puntuale su questa storia). La peste di oggi non è qualcosa che ci becchiamo da un agente patogeno, ma che scegliamo volontariamente. Questo come tanti altri spunti di riflessione nell’intervento del parroco hanno coronato un convegno che senza orpelli possiamo definire “bello” e che apre le porte ai festeggiamenti che culmineranno il prossimo Venerdì.

Alain Calò


Avatar
Autore -


'NICOSIA. Convegno sul Padre della Misericordia'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864