NICOSIA. Autopsia per un nicosiano morto a gennaio

Sarà eseguita oggi pomeriggio l’autopsia sul corpo di Michele Lo Grasso, morto in città il 16 gennaio scorso. Dopo un malore l’uomo, 63 anni, accompagnato da un parente, si era recato al pronto soccorso dell’ospedale Basilotta dove era rimasto sotto osservazione. Dimesso era tornato a casa, ma l’indomani mattina la famiglia lo aveva trovato morto nel suo letto. Dopo il decesso la famiglia aveva presentato una denuncia, la Procura di Enna ha aperto un’indagine e ha iscritto nel registro degli indagati 4 medici in servizio al Basilotta. Due cardiologi e due medici del pronto soccorso. L’autopsia è stata disposta per chiarire le cause del decesso.

Della vicenda si è saputo solo quando è stata pubblicata l’ordinanza sindacale numero 34, con la quale il sindaco Luigi Bonelli ha disposto la chiusura del cimitero comunale, da oggi alle 13 e fino al 12 giugno per “l’immediata estumulazione” del corpo di Lo Grasso, “affinché – scrive il sindaco nell’ordinanza – presso la sala autoptica del medesimo cimitero, possa essere sottoposto ad autopsia da consulenti tecnici ed al termine delle operazioni sia nuovamente tumulato nella precedente sede”.
Per motivi igienico-sanitari il sindaco ha ritenuto opportuno chiudere al pubblico il cimitero comunale “nei giorni – continua l’ordinanza – in cui verranno effettuate le suddette operazioni e la successiva ed opportuna disinfezione, ad operazioni concluse, dei locali in cui si è svolta l’autopsia e delle aree esterne interessate, a carico del personale in servizio presso il cimitero”.


La Redazione
Autore -


'NICOSIA. Autopsia per un nicosiano morto a gennaio'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864