LEONFORTE. Inchiodato dalle telecamere il pedofilo arrestato domenica

È grazie alla telecamere che la polizia è riuscita a raccogliere le prove inconfutabili che hanno fatto scattare, domenica, l’arresto del leonfortese che, da tempo, si intratteneva sessualmente con un tredicenne.

Da circa un mese gli uomini del Commissariato di Leonforte, diretti dal commissario capo Alessio Puglisi, seguivano i movimenti dell’uomo, classe 1965, “un soggetto – spiegano dalla Questura di Enna – già noto agli agenti del Commissariato perché arrestato in passato per violenza sessuale e atti sessuali con minorenni e condannato, nel 1991, per il medesimo reato, oltre che per furto, rapina e detenzione abusiva di armi”. Gli agenti del Commissariato avevano preso a seguirlo e a monitorare i suoi movimenti  dopo che era stato visto più volte in compagnia di minori e in atteggiamenti sospetti.

“Sulla scorta dei pochissimi elementi investigativi in possesso – continuano dalla Questura – il personale della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Leonforte ha avviato dei servizi di osservazione e di appostamento finalizzati, principalmente, a verificare la fondatezza dei sospetti sull’uomo”.

Seguendolo l’uomo i poliziotti hanno potuto verificare che spesso si incontrava con un tredicenne e si intratteneva con il ragazzino in atteggiamenti amichevoli. L’uomo e il ragazzino, in diverse occasionali inoltre erano stati visti entrare, sempre a distanza di qualche minuto l’uno dall’altro,  in uno stabile abbandonato e isolato di Leonforte, da cui uscivano poi dopo una mezzoretta.

“Il luogo scelto per gli appuntamenti, la durata e l’atteggiamento prudente tenuto dall’uomo – spiegano dalla Questura – inducevano, gli operatori a installare all’interno dello stabile abbandonato dei sistemi di intercettazione ambientale e video riprese, al fine di documentare gli incontri”.

Domenica, in diretta, gli uomini del Commissariato leonfortese non hanno avuto più dubbi. Le immagini inviate dalle telecamere parlavano chiaro. Immediato l’intervento dei poliziotti che con l’irruzione nello stabile hanno interrotto gli atti sessuali che ol cinquantenne stava consumando con il tredicenne.

Dopo il fermo la perquisizione nella casa dell’uomo ha fatto emergere, aggravando la posizione dell’uomo, gli elementi tipici di un pedofilo. La polizia ha sequestrato numerose videocassette e DVD contenenti materiale pornografico, cartoni animati e numerosi giochi per bambini, utilizzati probabilmente dall’uomo per adescare la vittima, e poi all’interno di altri locali sono stati rinvenuti moltissimi elettrodomestici, materiale ferroso, rame e acciaio. “Accertato, pertanto, che l’uomo svolgeva un’attività di gestione, di raccolta e lavorazione di rifiuti senza le prescritte autorizzazioni – continua la Questura – gli stessi venivano sottoposti a sequestro”.

 


La Redazione
Autore -


'LEONFORTE. Inchiodato dalle telecamere il pedofilo arrestato domenica'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864