In morte dei fratelli NO-VAX

A conclusione della Seconda Guerra Mondiale, ma già all’indomani del 25 Luglio 1943, chi era beccato con indosso il logo PNF, ovvero PARTITO NAZIONALE FASCISTA, rispondeva PER NECESSITA’ FAMILIARE. Corsi e ricorsi storici che si ripetono e vedono sempre un “assatanato” lecchino senza spina dorsale che, appena cade il potente di turno oggetto di ovazioni sfrenate, messo con le spalle al muro cerca in tutti i modi, anche i più disparati, per far capire che con quel potente non aveva nulla di che spartire e al più erano “solo amici”. Oggi rivediamo questa scena ripetersi con i famigerati NO VAX, notoriamente tra le file del M5S dai primi vagiti di questa “cosa” che ancora non si è capito, dopo dieci anni, se ci è o ci fa, improvvisamente scomparsi (quando poi si arriva davanti al precipizio la fifa poi c’è) sul tema del vaccino contro il Coronavirus. Gigi (quello famoso) ha anche chiesto una cooperazione internazionale per la creazione del vaccino contro il Coronavirus.
Ora la domanda sorge spontanea: NO VAX stava forse per “NO VAbbè stavamo sXerzando?”

Alain Calò


La Redazione
Autore -


'In morte dei fratelli NO-VAX'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864