Il sorriso di Paolo non conosce morte. Il Parlamento della Legalità Internazionale lo ricorda così.

Paolo La Rosa è volato in paradiso, all’età di 21 anni in un’alba di carnevale, dove il volto dell’assassino era senza maschera.
È andato via tra lite di branco e pianto di due Comuni Terrasini e Cinisi, che piangono e chiedono verità e giustizia. Il Parlamento della Legalità Internazionale si stringe al dolore della famiglia e chiede ai giovani di non stare a guardare, di tutelare la vita e essere ambasciatori di luce e non di morte. In casa Parlamento della Legalità Internazionale il ricordo di Paolo lo fa Denise Sardisco, volto giovane del mondo cinematografico, che ben conosce (non si perdono mai chi si vuole bene) Paolo e che sottolinea: “La vita è un dono Divino, un diritto di cui nessuno può esserne privato. Tu caro Paolino sei stato vittima di un atto immorale e disumano, proprio tu con un cuore immenso e sensibile. Ma non voglio parlare di chi non è in grado di comprendere i valori, di carnefici inconsapevoli. Parliamo di te piccolo ma grande angioletto. Tutti ti conoscevano perche non passavi mai inosservato e anche grazie alle tue potenzialità, la tua voglia di vivere, il tuo spirito libero e voglia di fare, il modo unico in cui ci stupivi sempre e di progetti ne avevi tanti e sono più che sicura che sconvolgerai il posto in cui sei adesso! Mi hai sempre sollevata quando pensavo di non farcela e tu con il tuo sorriso che invadeva il tuo bellissimo viso mi dicevi “Deni, la vita è una e meravigliosa e ce la dobbiamo mangiare e tu sei come me, non ti fermi e ci credi e so che mi capisci” e ora come lo spiego a tutti coloro che non lo capiscono? Come si spiega il dolore della tua assenza?
L’orgoglio di tuo padre, il gioiello di tua madre, il sostegno di tua sorella e un’uragano di emozioni per la famiglia! Il dolore ci travolge in una fossa di rabbia incomprensibile!
Paolo c’era sempre per tutti, e non l’ho mai visto fare un passo indietro, sfido chiunque a dichiarare il contrario. Trovava soluzione a qualsiasi cosa e aveva sempre una risposta esatta a tutto con una conoscenza vasta grazie a Carlo e Loredana (i genitori) che hanno sempre creduto in lui, stimolandolo e sostenendolo nelle scelte e progetti! Il vostro sacrificio non è invano e ci sarà una giustizia divina che ne darà dimostrazioni. Pregare è l’unica cosa che mi vien da dire, incessantemente. Paolo Ti amiamo”.


La Redazione
Autore -


'Il sorriso di Paolo non conosce morte. Il Parlamento della Legalità Internazionale lo ricorda così.'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864