#FaceToFace con Alessandra Allegra, la prima donna al comando del Troina.

Nel #FaceToFace di questa settimana si racconta la nuova presidente del Troina Alessandra Allegra. Tante le cose che ci ha confessato: dalla passione per i colori della Juventus fino al rapporto da sorella maggiore con i ragazzi rossoblù. Buona lettura!

-Buonasera Alessandra. Come ci si sente ad essere il primo presidente donna del Troina?
Emozionata ovviamente, non è una cosa che capita a tutti. È una grande responsabilità e un grande onore.

-Per un mondo “maschilista” come il calcio una situazione del genere è strana. Qualcosa si sta muovendo grazie anche ai successi delle ragazze della Nazionale di calcio femminile. Pensa che da questo punto di vista si debba fare di più, per inserire più donne all’interno di questo contesto?
Certo, si dovrebbe e si potrebbe fare di più. Meno male che qualcosa a poco a poco si sta muovendo. Ci sono tante donne che amano questo sport e che hanno tanta voglia di mettersi in gioco.

-Da dove nasce la sua passione per il calcio? Quale squadra tifa?
La mia prima passione è per la Juventus: guardare le partite per me è stato anche un modo per passare serate divertenti con gli amici. Il mio amore per il Troina si è accentuato negli ultimi anni, da quando frequento più intensamente il “Proto” e vedo la passione e l’entusiasmo che i giovani calciatori mettono in campo. Dietro ci sono tanti sacrifici per questi ragazzi e questa cosa mi ha avvicinato ulteriormente a questa realtà.

-Perché ha deciso di accettare il ruolo di presidente?
Mi è stato proposto all’improvviso e ho accettato molto volentieri, pur sapendo che sarebbe stato un impegno gravoso. Probabilmente è stata una sfida con me stessa e per tutte le donne, per dimostrare che anche in un ruolo così importante possiamo dire la nostra.

-Qual è il suo rapporto con squadra e staff tecnico?
Con la squadra cerco di rendermi disponibile e mi sento come una sorella più grande per i calciatori. Con lo staff tecnico c’è un rapporto speciale: sono delle splendide persone che stanno dando tutto per il bene della squadra.

-Quali sono gli obiettivi della squadra e quelli suoi personali?
Possiamo arrivare in alto, ma sempre rimanendo umili. Siamo molto positivi: se non arrivano punti in una partita, pensiamo subito a fare meglio per quella successiva. La freschezza e la voglia di emergere dei giovani sono un’arma in più per noi.

-Dove può arrivare questo Troina, che è partito fortissimo?
Il nostro obiettivo primario è quello di mantenere la categoria. Se dovesse arrivare qualcosa in più saremo ben lieti. So che non sono la prima a dirlo, ma gli obiettivi sono questi. La salvezza è fondamentale per noi, per potere ripartire con basi solidi nei prossimi anni.

-Sarà il presidente del Troina nella storica trasferta al “Barbera” di Palermo. Che emozione sarà?
Sarà un’emozione grandissima, ma le assicuro che è una sensazione che provo ad ogni partita. Non importa l’avversario che affrontiamo, anche perché in questa categoria tutti ti creano delle difficoltà. La grinta dei ragazzi quando scendono in campo fa capire quanto ci tengono a fare bene e quanta voglia hanno di arrivare in alto.

Fabrizio Tomasi


Avatar
Autore -


'#FaceToFace con Alessandra Allegra, la prima donna al comando del Troina.'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864