ENNA. Porte aperte all’Aleteia: la terapia e la scienza non vanno in vacanza. La scuola di specializzazione ennese attrae studenti da altre regioni

COMUNICATO STAMPA

Porte aperte all’Aleteia: la terapia e la scienza non vanno in vacanza. La scuola di specializzazione ennese attrae studenti da altre regioni. Da Bologna in Sicilia, fa una pausa dalle vacanze estive la giovane psicologa Chiara Mazzone, per conoscere da vicino la realtà di Aleteia. La psicologa ha prediletto l’entroterra siculo, Enna, per partecipare a “Porte aperte all’Aleteia”, la quattro giorni che ogni anno, a fine agosto, la Scuola di Psicologia cognitiva e la Scuola di Musicoterapia “Musica Ribelle” propongono a studenti e professionisti medici, psicologi e musicisti per mostrare alcune delle attività che si svolgono durante tutto l’anno accademico. “La terapia e la scienza non vano in vacanza, del resto”, chiosa il direttore della Scuola lo psichiatra Tullio Scrimali mentre imbraccia la sua keytar con la quale ha calcato il palco del talent show “Refugees Got Talent”.

Le prime due giornate di seminari e laboratori hanno riguardato la “Movie therapy”, anche il cinema può infatti essere terapeutico per alcune patologie. Sono stati dunque visionati dei film con tematiche psichiatriche e a seguire, insieme al docente Massimo Sciuto che ha tenuto il laboratorio, si è svolto un confronto sui possibili scenari terapeutici da applicare nei soggetti in cura mediante appunto il linguaggio cinematografico.

Le due giornate successive hanno riguardato invece la Musicoterapia e la Pet-therapy, quest’ultima con l’ausilio di Emma Autiello. All’interno della Scuola di specializzazione ennese riconosciuta dal Miur– come ha ricordato il direttore dell’Aleteia, il neuroscienziato Tullio Scirmali – vi è la Triennale di musicoterapia, che quest’anno a dicembre specializzerà gli studenti del primo ciclo abilitandoli alla professione.

A tenere i laboratori di musicoterapia Tiziana Arena, docente di Alfabetizzazione musicale che ha presentato “Voce, body percussion e tuboing”. (Performance visionabili nella video-intervista allegata). La Mazzone, che si è formata nella scuola di Padova, ha commentato così la sua esperienza all’Aleteia: “Ho trovato una grandissima ospitalità, ho voluto partecipare a queste giornate che prevedevano i laboratori interattivi e sono molto soddisfatta. Ho molto apprezzato l’integrazione tra la parte teorica e quella pratica, sperimentando su noi stessi i risultati”.

Nella Scuola di specializzazione, che sorge nell’ombelico della Sicilia e possiede un carattere internazionale, dunque una marcia in più rispetto alle altre realtà italiane, per accoglienza e capacità di coinvolgere i partecipanti come hanno testimoniato. La foresteria messa a disposizione tra le altre cose, a titolo gratuito, permette infatti di creare un nucleo/gruppo di studio molto forte.

La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, ad orientamento cognitivista, costruttivista e complesso, è stata fondata, ad Enna, nel 1990, dal professore Tullio Scrimali che ne è il direttore. Riconosciuta dal Ministero della Università, della Ricerca Scientifica e Tecnologica, con decreto del 18 Gennaio 2001. La Scuola, da 29 anni, svolge attività di ricerca e didattica nel campo della psicoterapia. La Aleteia è sede di attività internazionali di formazione, anche nel quadro del programma Europeo Leonardo da Vinci.

A seguire una breve video – intervista al direttore Tullio Scrimali e una performance dimostrativa del laboratorio “Voce, body percussion e tuboing” con il Maestro Tiziana Arena: https://youtu.be/_LnYQGjIzyA

Ufficio stampa
Angela Montalto


Staff
Autore -


'ENNA. Porte aperte all’Aleteia: la terapia e la scienza non vanno in vacanza. La scuola di specializzazione ennese attrae studenti da altre regioni'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright © 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits Sitoidea.it