ENNA. Gioco d’azzardo patologico, si presenta il piano annuale

Il direttore generale dell’Asp 4, Giovanna Fidelio, e il sindaco di Enna, Maurizio Dipietro, mercoledì 30 marzo alle 15 e 30 presso la Sala Cerere, presenteranno il Piano annuale 2016 di intervento sul Gap (Gioco d’azzardo patologico), elaborato dal Coordinamento provinciale permanente istituito in attuazione del decreto assessoriale del 25 marzo 2015.

“Se è vero che il gioco d’azzardo ha sempre accompagnato l’uomo nel tempo, mai come ora ha assunto – puntualizza in una nota Stefano Dell’Aera, Dirigente Ser.T. di Enna – le dimensioni di una piaga pericolosa e distruttiva.  Tale incremento di pericolosità è legato all’enorme diffusione dei mezzi mediante i quali è possibile giocare; l’industria del gioco ha prodotto di tutto per tutti i gusti e tale capillarizzazione dei giochi ha raggiunto tutti i cittadini senza distinzione alcuna. Chiunque si occupi di tali fenomeni sa bene che più un’attività e/o una droga piacevole si diffondono e più sarà possibile creare una massa di consumatori, tra i quali alcuni svilupperanno una patologia da dipendenza, con tutte le relative conseguenze. Pur con una pesante ambiguità , i legislatori hanno prodotto leggi limitanti alla diffusione del gioco d’azzardo ed hanno posto dei possibili rimedi mediante l’individuazione di percorsi di cura dei soggetti “gamblers”, ovvero dipendenti patologici da gioco.”

La Regione Sicilia, tramite l’assessorato alla Salute, a marzo 2015 ha pubblicato il decreto inerente le linee guida sulla prevenzione del Gioco d’azzardo patologico; in tale decreto sono stati indicati i livelli organizzativi dei servizi e le specifiche azioni da mettere in atto. Più specificamente, il decreto dispone che le Asp si dotino del Cppgap (Coordinamento permanente provinciale sul gioco d’azzardo patologico) e che venga formulato il Pai (Piano annuale d’intervento) inerente tutte le azioni che vanno poste in essere per limitare il fenomeno del Gioco d’azzardo patologico. Fanno parte del Cppgap istituzioni, forze dell’ordine, case circondariali, scuole, università, Comuni, associazioni, terzo settore, cooperative, associazioni antiracket, volontariato, etc.

“L’Asp di Enna, già a giugno 2015, ha indetto la conferenza primaria per la costituzione del Cppgap, la cui istituzione ufficiale è stata deliberata ad ottobre 2015, prima ed unica Asp siciliana – continua Stefano Dell’Aera, che è anche direttore del Cppgap – ad operare in tal senso. In questo lasso di tempo il Coordinamento ha svolto diverse riunioni organizzative e sono stati costituiti i gruppi di lavoro su specifici argomenti; alla fine di tale iter, il prossimo 30 marzo, presenteremo ufficialmente assieme al Comune di Enna il piano annuale 2016 sul Gap.”

Il seminario vedrà la partecipazione di tutti i soggetti che formano il Coordinamento Provinciale ed è aperto al pubblico.


La Redazione
Autore -


'ENNA. Gioco d’azzardo patologico, si presenta il piano annuale'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864