Enna. Democrazia Partecipata: al via le votazioni con la collaborazione di “Spendiamoli Insieme”

“Dal 2016 il Comune di Enna attiva ogni anno il processo di democrazia partecipata previsto dalla legge regionale siciliana, ponendosi come uno dei capoluoghi siciliani più virtuosi”. Con queste parole il Sindaco di Enna, Maurizio Dipietro annuncia l’avvio delle votazioni per scegliere il progetto da finanziare.
Quest’anno il bilancio partecipato vede la collaborazione con il progetto “Spendiamoli Insieme” dell’associazione Parliament Watch Italia. Collaborazione che sarà presentata in un contesto d’eccellenza, la manifestazione nella quale l’Amministrazione presenterà questa sera alla cittadinanza la candidatura di Enna a Capitale Italiana della Cultura 2025.
“A partire da giorno 20 ottobre per concludersi il 30 ottobre – spiega il primo cittadino ennese – tutte le persone residenti nel nostro Comune, che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età potranno votare su https://spendiamolinsieme.bipart.it/, la piattaforma online messa a disposizione da “Spendiamoli Insieme” in collaborazione con BiPart e scegliere il progetto che desiderano venga finanziato tra le quattro proposte fatte dai cittadini ammesse a votazione dopo la verifica tecnica.
I cittadini sono chiamati a esprimere una sola preferenza entrando nella piattaforma e cliccando sul pulsante “Entra e vota” collegato alla proposta che preferiscono. Si devono poi seguire le procedure indicate dalla piattaforma. È prevista anche un’assistenza costante ai votanti (per questioni tecniche si può scrivere a support@bipart.it, per tutti gli altri dubbi e per le altre informazioni si può scrivere a info@spendiamolinsieme.it).
“La collaborazione con il Comune di Enna, così come quella, anch’essa in corso, con il Comune di Siracusa – spiegano Francesco Saija e Giuseppe D’Avella di “Spendiamoli Insieme” – ha un valore preciso, quello di consentire ad una no profit specializzata sul tema e, dunque, a soggetti rigorosamente super partes, di assistere, con consulenze, affiancamento e azioni concrete, quegli Enti locali che hanno maturato piena consapevolezza dell’importanza della partecipazione e hanno volontà profonda di impegnarsi per un miglioramento continuo dei processi di democrazia partecipata. “Spendiamoli Insieme” ha esattamente questi obiettivi: contribuire a migliorare l’uso dei fondi per la democrazia partecipata collaborando sia con le pubbliche amministrazioni che con la cittadinanza e informare sul tema, pubblicando dati e informazioni su come vengono spesi o non spesi i circa 4,5 milioni di euro che ogni anno sono disponibili per far nascere belle storie di partecipazione in Sicilia”.

I QUATTRO PROGETTI TRA CUI SCEGLIERE A ENNA
Quattro le proposte ammesse a votazione a Enna, riassunti di seguito in ordine alfabetico.
“Cant’History” (presentato dall’Associazione La Rupe, area tematica Cultura e Turismo) prevede l’integrazione tra nuove tecnologie, archeologia e storia per migliorare l’offerta turistica della Città attraverso il diretto coinvolgimento delle nuove generazioni e di partner esperti di rilievo. Due i risultati: una soluzione di apprendimento e fruizione del patrimonio culturale in realtà virtuale, sfruttando la tecnologia innovativa del metaverso, e l’installazione di opere d’arte contemporanea in punti precisi dei vicoli del centro storico, dando vita alla “prima Costellazione Stradale”.
“Enna è leggenda” (presentato da Welcomeland soc coop, area tematica Turismo) prevede la creazione di un contenuto culturale audiovisivo, promozionale e durevole, in più episodi, sulla scia della “serie” come nuovo modo di racconto cinematografico, che ha come oggetto il patrimonio storico culturale. Una narrazione sugli elementi caratteristici della storia ennese, in un contesto comunicazionale adeguato ai tempi, in cui a immagini e suoni originali, dei luoghi e delle cose, si sovrapporranno le animazioni in 2d e spezzoni realizzati interamente in computer grafica e animazione.
“Habitat: Sport di Quartiere – Quartiere dello Sport” (presentato da USD Unione Rugby Enna, area tematica Sport) prevede di trasformare l’attuale campo in terra battuta in Via delle Magnolie, vicino all’Università Kore, al Campo di Atletica “Tino Pregadio” e alla Piscina Comunale, in un centro di aggregazione sociale, con campo polivalente nel quale praticare Beach Soccer, Beach Rugby, Beach Volley e Beach Handball, il restauro dell’area picnic, del campo di bocce e della zona giochi, la creazione di un’area verde con passerella per una fruizione in sicurezza delle persone con difficoltà motorie, fioriere e cestini per la raccolta differenziata.
“Le vie dei colori e dei racconti” (presentato da APS Comitato di Quartiere San Tommaso, area tematica Cultura e Turismo) prevede la realizzazione di 9 installazioni artistiche ad opera dell’artista Alice Valenti, una per ciascuna delle scalinate e l’installazione di 2 panchine artistiche in due angoli caratteristici. Il progetto vuole richiamare l’iniziativa del “Walkability” (trekking urbano), già promosso in passato dal Comitato, per proporre un percorso di fruizione a piedi delle bellezze del quartiere, valorizzando la cultura e le “storie” del territorio con spunti tratti dai personaggi celebri che l’hanno popolata.
Gianfranco Gravina
Portavoce del Sindaco


Autore -


'Enna. Democrazia Partecipata: al via le votazioni con la collaborazione di “Spendiamoli Insieme”'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864