ENNA. In città la reliquia di S. Rita da Cascia

Una settimana dedicata a Santa Rita da Cascia e alla sua reliquia quella in programma ad Enna dall’8 al 16 ottobre che attrarrà migliaia di devoti provenienti da tutta la Sicilia. Sarà don Giuseppe Fausciana, parroco della chiesa di Sant’Anna, che organizza, insieme al “Convegno Maria Cristina di Savoia” , e con il patrocinio del Comune, questo evento, a partire dal 6 ottobre prossimo, alla volta di Cascia dove si custodisce e si venera il reliquiario con la Santa Reliquia di un pezzo d’osso “uncinato”, contenuto in una piccola rosa d’oro.

Il 7 ottobre presso la Basilica di Santa Rita di Cascia, la concelebrazione eucaristica, presieduta dal rettore della Basilica di Santa Rita, don Mario De Santis e da don Giuseppe Fausciana. Subito dopo la messa il reliquiario della Santa verrà consegnato in modo solenne, dalla madre badessa del monastero di Santa Rita, suor Natalina Todeschi, davanti alle consorelle e al rettore, al parroco di Sant’Anna e partirá alla volta di Enna.

Sarà una settimana di celebrazioni nel capoluogo, che si aprirà con l’arrivo della reliquia sabato 8 ottobre alle 17 e 30, dalla chiesa piccola di Sant’Anna si muoverà  un corteo storico, allestito dalla “officina Medievale” che rappresenterà le varie fasi della vita di Santa Rita e sarà accompagnato e seguito dal sindaco, Maurizio Di Pietro e dall’amministrazione comunale, da autorità civili, militari e religiose, rappresentanze di varie comunità ed associazioni religiose e laicali, e club service di Enna e dei paesi vicini. Ogni rappresentanza recherà un cesto di rose, simbolo di Santa Rita, ed un “cesto della Misericordia ” contenente offerte di diversa natura da destinarsi, a scelta di ciascun gruppo partecipante, a diversi soggetti destinatari della Misericordia.

Il corteo giungerà alla chiesa nuova di Sant’Anna dove si terrà la solenne concelebrazione, presieduta dal vescovo Rosario Gisana e a cui seguirà la benedizione delle rose. Nell’auditorium della parrocchia, per salutare la reliquia della santa, si terrà, in serata, l’esibizione del Coro lirico sinfonico della città di Enna.

“Durante la settimana la reliquia verrà portata, da don Giuseppe con i ministri straordinari dell’Eucarestia, a Valguarnera, Calascibetta e Gela, visiterà gli ammalati della nostra comunità, i carcerati e gli anziani delle case di riposo ed incontrerà le confraternite di Enna – dice Melina Greco, presidente provinciale del Convegno Maria Cristina di Savoia, vera anima, insieme a don Fausciana, della concessione della reliquia ad Enna – Anche i ragazzi delle scuole andranno a visitare la reliquia e riceveranno una particolare benedizione insieme ai lori insegnanti ed ai dirigenti scolastici che li accompagneranno”.

“La novità assoluta sará l’appuntamento del 9 ottobre alla parrocchia di Sant’Anna con la celebrazione del congresso Ritiano – dice don Fausciana – che è il primo che si celebra nella nostra Diocesi e vedrà confluire i devoti della Santa da tutta la Sicilia nonché le rappresentanze della Sicilia degli iscritti alla “Pia unione primaria Santa Rita da Cascia” guidati dalla responsabile regionale Lilla Buggemi.

Venerdì 14 ottobre, al teatro Garibaldi si terrà una conferenza organizzata dalla sezione di Enna del “Convegno Maria Cristina di Savoia” dal titolo “Rita riflesso della Misericordia del Signore” . Tra i relatori, il direttore editoriale della rivista di Rinnovamento nello Spirito, Luciana Leone, Eleonora Chiavetta Di Giovanni, delegata regionale e vice presidente nazionale del “Convegno Maria Cristina di Savoia” e don Giuseppe Fausciana .

“La presenza della reliquia di Santa Rita ad Enna offre a tutta la comunità una importante riflessione sulla misericordia a partire dalla testimonianza di Rita che ha vissuto la sua fede all’insegna del perdono – conclude don Fausciana – attraverso la testimonianza dei santi è possibile costruire il tessuto ecclesiale del presente. Sono i Santi, infatti, che indicano il modo in cui è possibile rendere attuale il Vangelo, la buona notizia dell’avvento del regno di Dio” .

Il prezioso reliquiario è stato realizzato dai padri agostiniani nel 2007, in seguito alla visita, a Cascia, nell’ottobre del 2006 di monsignor Giancarlo Bregantini, allora vescovo della Diocesi di Locri-Gerace che, in quella circostanza, manifestó il desiderio di portare nella sua Diocesi una peregrinatio di una reliquia di Santa Rita. Un’idea che piacque alla madre Badessa, alle suore, ai padri e al rettore che diedero l’avvio ai preparativi per la realizzazione dell’artistico reliquiario per porre un pezzo d’osso del suo corpo. Le suore anziane, parlando con la madre badessa, ricordarono che, in una delle ultime ricognizioni del corpo della Santa, erano stati presi tre piccoli ossi ed erano tenuti nel monastero. Cosí la prima peregrinatio del reliquiario venne fatta a San Luca (RC). Da allora ad oggi la reliquia ha raggiunto tanti luoghi d’Italia ed è stata visitata da migliaia di pellegrini .


La Redazione
Autore -


'ENNA. In città la reliquia di S. Rita da Cascia'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864