E Francesco bussò al cuore di Dio

Piazza San Pietro vuota. Il silenzio avvolge il dolore mentre la fede prende quota. Tutti davanti ai televisori divenuti altari dove il credente fissa lo sguardo per invocare una grazia urlata nel cuore. Francesco va e racconta l’evento della barca in tempesta. La barca di un mondo datata 2020 in balia di una furiosa tempesta di un virus che fa annegare nel dolore più assordante. Francesco prega, implora, si racchiude in preghiera mentre le sirene delle ambulanze si immergono tra la pioggia battente e le campane in festa. Francesco ci benedice con l’Eucaristia e raggiunge tutto il mondo. Tocca il cuore di Dio per metterci tutti lì dentro invocando pace conforto guarigione. Si piange si spera si implora si prega. Credi o non credi non fa testo. Oggi più che mai siamo un cuore solo e un’anima sola :e questo è già un miracolo d’amore. Crediamoci… La a Pasqua è alle porte. Ma questa è fede.

Nicolò Mannino


La Redazione
Autore -


'E Francesco bussò al cuore di Dio'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864