Confintesa Sanità. Decimo anno della giornata nazionale dell’OSS.

Confintesa Sanità non può che rinnovare anche quest’anno, il decimo, i migliori auguri per la giornata nazionale dell’Operatore Socio Sanitario – OSS, gli auguri non sono volti soltanto alla celebrazione di una categoria che tanto ha fatto in questi anni, anni difficili per la pandemia, ma sono volti anche alla speranza che le giuste rivendicazioni che questa categoria professionale ha si realizzi, ovvero il riconoscimento come 23° profilo delle professioni sanitarie, questo non soltanto per un giusto riconoscimento economico ma anche per una giusta ed adeguata tutela della categoria professionale; altro aspetto è poi quello del precariato nella sanità pubblica e privata, precariato sovente nato dalle necessità dettate dalla pandemia, così come per altre figure professionali, ci auguriamo quindi che anche questa cospicua fetta di lavoratori possa trovare i giusti riconoscimenti tramite una stabilizzazione.

Molti sono gli aspetti da analizzare e risolvere che più volte Confintesa Sanità ha messo in luce, tra questi il riconoscimento come lavoro usurante, il passaggio di fascia, la regolamentazione della formazione e dei corsi di aggiornamento, la costituzione di un albo; gli OSS sono una figura assistenziale di primordine ed è giunto il momento che divenga una figura sanitaria vera e propria”, così dichiara Domenico Amato, Segretario Nazionale Confintesa Sanità.


Autore -


'Confintesa Sanità. Decimo anno della giornata nazionale dell’OSS.'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864