CERAMI. Truffa all’Agea condannata imprenditrice agricola leonfortese

È stata condannata perché avrebbe incassato contributi comunitari presentando documentazione irregolare per dimostrare la disponibilità di diversi ettari di terreno.

Antonina Fiorenza, 57 anni, imprenditrice agricola originaria di Leonforte e residente a Cerami, è stata condannata dalla Corte dei conti a restituire all’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), 66.445 euro. A questa consistente somma dovranno aggiungersi la rivalutazione monetaria dalla data degli incassi e gli interessi legali.

La sentenza è stata emessa dalla Sezione giurisdizionale della Corte dei conti che ha riconosciuto l’imprenditrice, che non si è costituita in giudizio dopo essere stata citata dalla Procura contabile, responsabile del danno erariale per i contributi incassati dal 2007 al 2012.

La pubblica accusa aveva chiesto la condanna al pagamento di 101.817 euro.


La Redazione
Autore -


'CERAMI. Truffa all’Agea condannata imprenditrice agricola leonfortese'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864