Amato (Confintesa Palermo). I consulenti del lavoro: “Reddito di cittadinanza Flop. Assunzioni ferme, c’è posto in ambito tecnologico”.

L’ordine dei consulenti del lavoro di Palermo punta il dito contro la Fase 2 del Reddito di Cittadinanza, ancora lontana la possibilità di assunzione di quanti hanno già usufruito di tale misura. Circa 2 milioni le persone coinvolte di cui solo 700 mila risulterebbero occupabili e la metà di questi ultimi vive enormi problemi sociali; dei 200 mila già convocati dai Centri per l’impiego (centri di cui ancora non si è provveduto al tanto sbandierato rinnovo) è stato fatto solo il profilo, per firmare il Patto per il lavarono dovranno essere riconvocati nel 2020, si deve infatti ancora attendere la piena realizzazione della Banca Dati Informatica Unica per incrociare i dati di domanda e offerta di lavoro, inoltre non è ancora operativo l’Assegno di Ricollocazione, con cui pagare i servizi per l’inserimento occupazionale.

“Le affermazioni e sottolineature dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Palermo anche nella persona del suo presidente, Vincenzo Silvestre, in merito al fallimento del Reddito di Cittadinanza quale reale misura per collocare o ricollocare nel mondo del lavoro i disoccupati, non possono che essere condivise ed approvate da me in qualità di parte attiva nella gestione di problemi inerenti il mondo del lavoro in ogni suo aspetto e momento”, così dichiara Domenico Amato, Segretario Generale Confintesa Palermo.


La Redazione
Autore -


'Amato (Confintesa Palermo). I consulenti del lavoro: “Reddito di cittadinanza Flop. Assunzioni ferme, c’è posto in ambito tecnologico”.'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864