#AIUTIAMOCI

“Questa emergenza, se da un lato ci dà occasione per riflettere sulla nostra fragilità di esseri umani, dall’altra può e deve diventare stimolo per ripensare la prossimità, per reinventarci quando tutto questo avrà una fine. È questo uno dei tanti motivi per il quale siamo scesi in campo. Sarebbe alquanto inutile e per niente produttivo iniziare a porsi delle domande sul fatto che i cittadini debbano donare per avere il diritto alla salute, questo sarà uno dei temi cardini da dover affrontare in un secondo momento. Quello che più contava e che più conta oggi, rimane il nostro Ospedale “Basilotta”, un presidio che va difeso con le unghia e con i denti, da noi tutti cittadini e dalle comunità limitrofe. Dal 13 Marzo sono tanti i complimenti che ci sono stati recapitati, e vi ringraziamo di cuore per il sostegno, uno tra tutti però ci ha colpito: quello di descrivere la nostra iniziativa come una favola. Se la dovessimo vedere come una favola allora sappiate che noi ci battiamo per il lieto fine. D’altro canto noi pensiamo fermamente che questa raccolta fondi sia il risultato di un durissimo lavoro, di una passione incredibile di questo gruppo che ormai noi stessi definiamo “famiglia”, di un organizzazione, di una motivazione incredibile. Il fatto di ritrovarci qui a scrivere queste parole è per noi motivo d’orgoglio, ciò non vuole dire che ce l’abbiamo fatta, ci siamo vicini, ma è gratificante ritrovarci ad un passo da un traguardo che nessuno avrebbe potuto prospettare. L’Ospedale ha ancora bisogno del vostro aiuto e delle vostre donazioni. Soprattutto del vostro aiuto perché non possiamo permettere che venga lasciato indifeso, come non possiamo lasciare indifese quelle persone che giorno per giorno si stanno battendo al loro interno. Sono i nostri padri, le nostre madri, i nostri fratelli o sorelle, i nostri parenti. È questo il messaggio che speriamo abbia dato il nostro gruppo, partiti da inadeguati forse, partiti da stolti o sciocchi, riuscire ad arrivare in 20 giorni alla soglia dei 59.000,00 € è una soddisfazione enorme, alla quale teniamo tantissimo. Soprattutto speriamo anche di aver riacceso in qualcuno di voi la voglia di lottare per il nostro territorio, e non lasciare tutto in balia del destino, di avervi trasmesso la voglia di poter costruire qualcosa di unico per il bene comune. Vorremmo questa unione non solo nei momenti di difficoltà, non solo quelli in cui viene messa a repentaglio la vita di tutti, la vorremmo sempre. Quello che abbiamo dimostrato in questi giorni con la nostra voglia di pensare in grande deve essere anche la vostra soddisfazione, perché giochiamo tutti in un’unica squadra, e puntiamo tutti allo stesso obiettivo. L’ambizione e la lealtà dei rapporti pensiamo siano le virtù per i quali costruire le certezze ed il futuro di ognuno di noi, i nostri rapporti, perché tanto se non dovesse succedere domani, dopodomani, fra un mese o fra un anno, chi riesce a perseverare nel tempo con ambizione e sana lealtà raggiunge grandi risultati. Noi non sappiamo come finirà l’emergenza Covid-19, però ci piacerebbe pensare che questo territorio seppur piccolo, martoriato da molteplici difficoltà, possa dire la sua. Possa rispondere presente a gran voce. Possa dimostrare alla Sicilia e all’Italia tutta di essere un modello, come sarà un modello da seguire Troina quando si rialzerà, dimostrando ancora una volta la sua grande forza. Siamo stati nell’ombra per troppo tempo, vorremmo solo trasmettere l’esempio che una campagna di crowdfunding possa essere il monito di una rinascita, ma di una rinascita vera, di una rinascita comune. Concludiamo chiedendovi un ultimo sforzo, mancano 8.000,00 € alla meta che è rappresentata da 2 Respiratori Polmonari da utilizzare (speriamo mai) nel reparto di Terapia Intensiva del nostro Ospedale. Macchinari che come saprete sono tra i pochissimi in grado di salvare vite umane, sono quasi irreperibili, ma ci stiamo battendo e ci batteremo in lungo ed in largo per riuscire ad averli nel nostro presidio. Ci siamo prefissati questo obiettivo, sappiamo benissimo di dover affrontare una sfida più grande di noi, ma perseverando siamo convinti di poterci riuscire. Ad ogni modo ci auguriamo soltanto una cosa, che tutto questo possa renderci persone migliori, possa renderci solidali sempre, ed a maggior ragione ci faccia capire quali sono le cose importanti nella vita, quelle per cui bisogna lottare. NOI CREDIAMO CHE QUESTA PARTITA SIA UNA DI QUELLE, CONTINUIAMO A LOTTARE, CONTINUIAMO A DONARE”.

Per poter donare:
IBAN: IT 17 R 02008 83670 000105890182
Bonifico Bancario intestato a “ASSOCIAZIONE TUTER”
Causale: “RACCOLTA FONDI PER OSPEDALE BASILOTTA DI NICOSIA”
Oppure
tramite il portale GOFUNDME al link https://www.gofundme.com/f/covid-19-ospedale-basilotta-di-nicosia

L’esecutivo dell’Associazione TuTer – Tutela del Territorio
Filippo Fiscella, Salvatore Migliosini, Leandro Castrogiovanni, Francesco La Giglia, Domenico Fiordaliso, Salvatore Castello, Francesca Coltiletti, Francesco Meli


La Redazione
Autore -


'#AIUTIAMOCI'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864