A Leonforte succedono cose…

Leonforte “arriniscì” virtuoso dato che ha differenziato la “munnizza” come civiltà vuole, da decenni altrove. Mancano certo all’appello del virtuosismo paesano le periferie e le zone lontane dal centro urbano, ma la stoffa c’è e il paese, prima o poi, si farà, tutto. Sarebbe stato da stimolo unire al “prosito” anche un rinforzo economico come l’abbassamento del 10% in bolletta della Tari, ma l’amministrazione comunale e i consiglieri di maggioranza hanno preferito bocciare la mozione in merito e la bolletta è rimasta immutata e le domande sui risparmi derivati da minori costi di conferimento in discarica, dagli introiti dei materiali differenziati e dai relativi consorzi di filiera e dalle minori spese per mastelli e sacchetti, inevase; intanto i commercianti e gli artigiani che operano sul corso Umberto I chiedono, per l’ennesima volta, una rivisitazione della ZTL, che attiva già dalle 19 inibisce i potenziali acquirenti e danneggia gli esercenti, gravemente penalizzati dal lungo e recente lockdown, ma questi non capiscono la bellezza di un corso deserto lungo il quale passeggiare pensando di partire per non più ritornare. A breve un comunicato video del primo cittadino lo spiegherà e tutti anche i più lenti di comprendonio lo capiranno.

Gabriella Grasso


La Redazione
Autore -


'A Leonforte succedono cose…'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright© 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits: All inclusive | Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Enna al n. 3 - 11.10.2019 | Direttore Responsabile: Massimiliano Ragusa | Editore: All inclusive P. Iva 01076510864