SPORT. Vittoria storica del Troina contro il Gela 1-0

Nella quinta giornata di Campionato di serie D, girone I, lo stadio “Silvio Proto” di Troina è stato teatro della sfida Troina-Gela, vinta dai rossoblù per 1-0.
Vittoria storica dell’ASD Troina che riesce a battere il Gela, bestia nera degli ennesi, e scrive così una pagina importante della sua storia calcistica.
Nel primo tempo, le due squadre scendono in campo sotto una pioggia battente. Pioggia che rallenta le due compagini. Al 25′ il palo di Ragosta fa sussultare i gelesi. Si va negli spogliatoi a reti inviolate.
Nel secondo tempo, rossoblù e biancoazzurri si affrontano in una gara molto maschia. All’11′ Musso, su assist di Sidibe Chamberlian, mette la palla in rete e regala il gol dell’1-0, al Troina. Al 38′ Dallapiccola allontana mister Boncore. Il Gela cerca di reagire, ma risulta poco concreto. La gara si conclude 1-0 per il Troina.
Il Troina, con quest’importante vittoria, riprende la sua corsa e si porta a 7 punti in classifica insieme a Marsala, Palmese e Portici.
La prossima sfida, domenica 21 ottobre, sarà allo stadio “Franco Scoglio” di Messina contro il Città Di Messina.
Ciadamidaro vice allenatore ASD TroinaNel dopo gara l’allenatore in seconda del Troina, Mirko Ciadamidaro, dice “purtroppo in queste nostre ultime partite ufficiali, nonostante la buona prestazione, è venuto a mancare il risultato. Oggi, abbiamo avuto una prestazione un po’ meno brillante rispetto alle altre volte ma, l’importante era vincere; così è stato, ed è sicuramente una vittoria che farà morale.”
“Con il lavoro che proviamo durante la settimana – prosegue Ciadamidaro, – il Mister vuole sempre grinta e coesione di tutti, con un unico obiettivo i 90-100 minuti di gara; quindi se capita di andare in sofferenza ci sappiamo andare, ma penso di uscirne sempre alla grande e, ripeto, dopo i risultati negativi e la buona prestazione, ai ragazzi non si può rimproverare assolutamente nulla.”
La scelta di mettere Adeyemo più alto viene così commentata da Ciadamidaro “noi le gare ogni volta le prepariamo durante la settimana, il Mister sicuramente avrà visto una catena di gioco del Gela un po’ più debole, quindi abbiamo messo Adeyemo un po’ più in alto, così venivano meno ad uscire gli avversari e quindi riuscivamo a tenerli sempre nella loro metà campo.”
“L’obiettivo della società – conclude l’Allenatore in seconda,- è raggiungere al più presto possibile la salvezza, poi tutto quello che viene in più è sicuramente di guadagnato. Ma, ripeto, per adesso l’unico obiettivo prefissato è raggiungere al più presto la salvezza. È ovvio che in casa tutte le squadre cercheranno di fare sempre il bottino pieno e ad oggi il Troina non può recriminarsi nulla, abbiamo fatto sempre prestazioni all’altezza.”
Zeman allenatore Gela Calcio Il mister biancoazzurro Karel Zeman a fine gara dichiara “il primo tempo è stato abbastanza equilibrato cosa inedita per noi, perché non c’era mai capitato, finora avevamo sempre schiacciato gli avversari. Oggi il Troina, nel primo tempo, è stato alla nostra altezza. Sul secondo tempo non sono tanto d’accordo perché dopo l’1-0 non si è più giocato e l’arbitro ha favorito ciò, ha permesso che si facesse così, e secondo me questo non è calcio.
Secondo me non si è mai giocato, si sarà giocato 5 minuti su 50, in 5 minuti non si può fare granché. C’era un rigore netto e penso che il Troina abbia segnato con un testa-mano, le immagini lo faranno vedere, ma l’ho visto abbastanza bene, quindi due episodi che hanno ovviamente cambiato la partita. Nel primo tempo, in cui invece si è giocato, non siamo stati arrembanti come al solito, sicuramente il campo non lo permetteva. A proposito non mi sembra più a norma rispetto al nostro stadio, che non è a norma, anche pali e traverse non sono sicuramente a norma.”
L’Allenatore biancoazzurro prosegue “abbiamo preso un palo nelle poche azioni che abbiamo fatto però potevamo fare, ripeto, comunque qualcosa in più nel primo tempo. Il Gela può arrivare dove arriverà se vinceremo le partite. Io sono convinto, forse sono troppo di parte però purtroppo le convinzioni le devo esprimere, che con arbitraggi diversi noi oggi saremo a 15 punti e sopra il Bari. Purtroppo gli episodi fanno la differenza ce ne sono due, non mi potete dire che non è così, un gol è con la mano e un rigore nettissimo, quindi da 1-0 il risultato cambia a 0-1.”
Il direttore sportivo Dario Dell’Arte commenta così la gara odierna “devo dire veramente grazie a questi ragazzi, al Mister e oggi voglio ringraziare la piazza di Troina. Finalmente abbiamo vinto. Con questa vittoria contro il Gela, che è stata la prima, questo tabù l’abbiamo sfatato; perché il Gela è stata la squadra che da 3 anni è la nostra bestia nera, abbiamo perso lo spareggio quando siamo andati in Eccellenza, l’anno scorso abbiamo perso due volte, in Coppa non siamo riusciti a vincere, e finalmente oggi abbiamo vinto.
C’è soltanto da dire grazie a questi ragazzi, al Mister, sono veramente soddisfatto e felice del gruppo che si è venuto a creare in questa piccola realtà, e sono soddisfatto anche della gente che finalmente sta iniziando a seguire il Troina, con quel grande entusiasmo che mi aspettavo.”
Dell’Arte risponde così a Zeman “non sono d’accordo con lui. È mister Boncore che non ha fatto giocare Zeman. Ma non è che non l’ha fatto giocare ora, non l’ha fatto giocare neanche per la gara di Coppa. Se noi andiamo a vedere i filmati, il Mister è uno che prepara benissimo le partite, fino ad oggi non ho trovato neanche una squadra che ha messo sotto il Troina. Con la squadra costruita da un mese a questa parte, il Mister è una persona che veramente, da domenica a domenica, prepara le partite in maniera brillante e siamo felici che lui sia l’allenatore del Troina.”
“Il Gela – prosegue il DS, – rispetto all’anno scorso è una squadra molto più forte, hanno fatto una squadra per vincere il Campionato. Non dimentichiamo che ha gente come Brugaletta, Sicignano, persone davanti come Bonanno, Alma, Dieme, Sowe, Montalbano, Ragosta, e stiamo parlando di gente che lo scorso anno giocava nelle squadre più forti della serie D, al centrocampo Mannoni; il Gela è una squadra attrezzata per poter vincere il Campionato tuttora e anche per fare una buona concorrenza al Bari.”
In merito alle gare precedenti e agli obiettivi del Troina Dell’Arte aggiunge “l’Acireale oggi ha vinto a Messina 3-1, tutti abbiamo visto la partita con l’Acireale e noi li abbiamo messi sotto brillantemente. Con il Castrovillari abbiamo perso 2 punti. Il Locri non lo prendiamo neanche in considerazione perché dovevamo vincere 2,3-0, abbiamo perso 3-0 ma il calcio è così. La squadra c’è, noi siamo contenti, soddisfatti e con umiltà diciamo il Troina si deve salvare; per noi la serie D è un traguardo storico, mi auguro che la gente in paese e tutti gli imprenditori vicini al Troina Calcio si avvicinino, perché avere il Troina in serie D è veramente un grande indotto economico e spero che questo quest’anno venga mantenuto.”
Sidibe Chamberlian, autore dell’imbeccata vincente per Musso, commenta così la gara “questa settimana abbiamo lavorato tutti duramente per questa partita e sono felice che oggi abbiamo giocato bene e vinto. Sono felice di questo (assist), anche perché sto lavorando sempre sul passare la palla e far fare gol. Quest’anno ho detto al Mister che devo fare tanti gol e penso che si inizia così.”
Chamberlian continua parlando del suo duplice ruolo in attacco e in difesa “il Mister mi ha detto che io ho tanta forza, anche la tecnica, e posso difendere e anche giocare come punta, posso giocare nei due ruoli.”
“Oggi – conclude Sidibe Chamberlian, – ho visto i ragazzi con tanta grinta, nell’altra gara non c’era tanta grinta, abbiamo giocato bene e c’è la grinta. Oggi sono felice dei miei compagni.”

Marilena Galati

da mondocalcionews


Staff
Autore -


'SPORT. Vittoria storica del Troina contro il Gela 1-0'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright © 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits Sitoidea.it