Questura di Enna. Bilancio operativo anno 2018

COMUNICATO STAMPA

Tempo di fare bilanci, a chiusura dell’anno 2018, anche per la Questura di Enna.
Un anno intenso, un anno di attività al servizio dei cittadini e della collettività.
Quotidianamente, gli uffici della Questura, dei tre Commissariati distaccati di P.S. e delle Specialità della Polizia di Stato (Polizia Stradale e Polizia delle Comunicazioni) della provincia di Enna sono stati impegnati nell’attività di contrasto e prevenzione alla criminalità ed a ogni forma di illegalità. Incessante pure l’attività sul piano della tutela dell’ordine pubblico.
Brillanti i risultati raggiunti, a coronamento degli sforzi di tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato profusi nel segno della prevenzione, con la predisposizione di mirati servizi straordinari di controllo del territorio, e dell’attività di polizia giudiziaria, a seguito della commissione di fatti delittuosi.
In particolare, qui di seguito, a titolo del tutto esemplificativo, si segnalano le principali attività svolte dagli uffici della Questura e dalle articolazioni territoriali dipendenti.

SQUADRA MOBILE

Nel corso del 2018, quest’Ufficio ha svolto numerose attività investigative finalizzate alla repressione del fenomeno mafioso in ambito provinciale, ed al contrasto dei delitti in materia di sostanze stupefacenti, dei reati contro la persona e contro il patrimonio, contro la Pubblica Amministrazione e la fede pubblica, nonché di ogni forma di illegalità.
Tra i prevalenti risultati conseguiti si annoverano ben 22 operazioni di Polizia Giudiziaria che hanno riscosso un rilevante impatto sull’opinione pubblica.
Il medesimo Ufficio investigativo mediante il costante impegno profuso nell’attività quotidiana ha permesso di ottenere i seguenti risultati:

nr. 18 Arresti in flagranza di reato, nr. 84 Arrestati su mandato P.G., nr. 57 persone deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, nr. 153 Posti di controllo, nr. 84 Perquisizioni effettuate, nr. 3597 persone controllate, nr. 2012 Autovetture controllate e nr. 4 Esercizi pubblici controllati.
Di seguito si rassegnano le operazioni di Polizia Giudiziaria di maggior rilievo:

3 gennaio 2018, Operazione “Sfantul Gheorge”, personale della Squadra Mobile, unitamente a personale del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, a seguito di preordinati servizi di polizia giudiziaria nell’ambito del p.p.3484/2017/Mod.21, traeva in arresto nr. 3 persone di nazionalità rumena;

23 gennaio 2018, Operazione “Easy Ticket” personale della Squadra Mobile unitamente a quello del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Enna, nell’ambito del procedimento penale 186/2017 R.G.N.R. Mod.21, ed in ottemperanza del decreto di sequestro preventivo disposto dal G.I.P. presso il Tribunale di Enna in data 12.01.2018, delle somme di danaro, di beni o altre utilità che dovessero risultare nella loro disponibilità, sino alla somma di € 443.041,79, a carico di nr. 3 persone indagate per i reati ascrittigli;
09 marzo 2018, Operazione “Capolinea”, nell’ambito del procedimento penale nr. 377/2018, stralcio del procedimento penale nr. 2433/2015 R.G. Mod. 21, instaurato presso la Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – presso il Tribunale di Caltanissetta – personale della Squadra Mobile, con la collaborazione della Squadra Mobile di Catania, ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere n. 377/2018 R.G.N.R. – n. 248/2018 R.G.G.I.P., emessa in data 01.03.2018 dal G.I.P. di Caltanissetta, su richiesta della D.D.A. presso quella Procura della Repubblica, a carico di nr. 6 persone;
13 Giugno 2018, nell’ambito del Procedimento penale nr. 2888/2017 R.G.N.R. Mod.44, è stata eseguita l’operazione “Lethal Weapon”, che ha permesso di individuare e segnalare all’Autorità Giudiziaria, dei soggetti residenti in Italia che acquistavano per corrispondenza, presso società con sede in Polonia, armi ad aria compressa con potenza superiore a 7,5 Joule; L’operazione, coordinata dallo Servizio Centrale Operativo (SCO) e con la collaborazione di 48 Squadre Mobili ed un Comando Arma dei Carabinieri, ha permesso di effettuare n. 79 perquisizioni e n.79 persone denunciate all’A.G., nonché, complessivamente, venivano sequestrate nr. 78 carabine ad aria compressa, nr. 12 pistole ad aria compressa;

19 giugno 2018, a seguito di articolata attività d’indagine esperita da personale della Squadra Mobile nell’ambito del procedimento penale 2432/2015 R.G.N.R. Mod. 21, Operazione convenzionalmente denominata “Ottagono”, instaurato presso la Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – presso il Tribunale di Caltanissetta, è stata data esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere n. 2432/2015 R.G.N.R. – n. 1665/2016 RG. G.I.P., emessa in data 13.6.2018 dal G.I.P. di Caltanissetta, su richiesta della D.D.A. presso quella Procura della Repubblica, denominata “Ottagono” ed eseguita a carico di nr. 3 persone;

28 agosto 2018, personale della Squadra Mobile, nell’ambito dell’operazione di P.G. convenzionalmente denominata “Black Lake”, in ottemperanza ai decreti nr.1214/2018 R.G.N.R. Mod. 21, emessi il 20.08.2018 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, ha eseguito delle perquisizioni locali e personali nei confronti dei soggetti extracomunitari, tutti ospiti del centro di accoglienza della cooperativa “IPPOCRATE”, sita in Enna – Villaggio Pergusa;

24 ottobre 2018, “Operazione “Marijuana Park” a conclusione di un’articolata e complessa attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile e dal Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, nell’ambito del procedimento nr. 1686/2018 R.G.N.R., pendente presso il Tribunale di Enna e presso il Tribunale Per I Minorenni di Caltanissetta, è stata eseguita l’Ordinanza Applicativa della Custodia Cautelare, nr. 1810/2018 R.G. G.I.P. Enna, e nr. 298/2018 R.G. G.I.P. Caltanissetta, a carico di nr. sei persone;

09 novembre 2018, Operazione “Alba Iulia”, personale della Squadra Mobile e del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, a seguito di un’articolata attività investigativa, esperita anche mediante attività tecniche di intercettazioni, sia ambientali che telefoniche, ha dato esecuzione all’Ordinanza Applicativa della Custodia Cautelare, nr. 108/2018 R.G. G.I.P. Enna, e nr. 2193/2018 R.G. G.I.P. Caltanissetta, a carico di nr. 3 persone;

2 novembre 2018, in ottemperanza al Decreto di fermo nr. 1650/2018 R.G.N.R. mod. 21, nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Draci”, personale della Squadra Mobile con la collaborazione del Commissariato di P.S. di Piazza Armerina, della Squadra Mobile di Catania, nonché dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, dei Commissariati di Leonforte e Nicosia e di altre articolazioni della Questura di Enna – ha proceduto al fermo di nr. 13 soggetti di nazionalità italiana e romena, facenti parte di un’associazione a delinquere votata alla commissione di reati contro il patrimonio in ambito rurale (e, più in particolare, di furti di autocarri, di escavatori, di trattori e di quad, i quali avevano razziato in aziende agricole del territorio di Enna e delle province limitrofe, arrecando ad imprese e ad alcune attività commerciali danni per diverse decine di migliaia di Euro. Grazie all’azione degli Investigatori, è stata recuperata parte della refurtiva, composta principalmente da numerosi mezzi da lavoro di ingente valore, e sono stati fermati quattordici soggetti, ciò che ha permesso di fare luce su decine di “colpi”. Il principale esponente del gruppo criminale, poi, portava persino con sé, durante l’esecuzione dei furti, il figlioletto di appena pochi anni;

23 novembre 2018, Operazione “Fight Club”, personale della Squadra Mobile unitamente Commissariato di Piazza Armerina, nell’ambito del procedimento 2254/2018 R.G.N.R. Mod. 21, in esecuzione di Ordinanza Applicativa della Custodia Cautelare degli Arresti Domiciliari, nr. 2414/2018 R.G. G.I.P., emessa dal G.I.P presso il Tribunale di Enna, ha arrestato nr. 3 soggetti;

D.I.G.O.S.
Ha curato con ogni scrupolo la raccolta di ogni informazione utile a fini della tutela dell’ordine pubblico, mantenendo costanti i rapporti con enti, sindacati ed associazioni, al fine di rendere più proficuo il canale informativo. Ampia la sfera d’azione e d’intervento che ha visto il personale della D.I.G.O.S. impegnato su vari fronti.

Nel corso dell’anno sono state costantemente seguite e monitorate le proteste inscenate da varie categorie lavorative. Tutte le rivendicazioni hanno tendenzialmente avuto a oggetto la salvaguardia dei livelli occupazionali, il sollecito pagamento delle spettanze arretrate e, in generale, la risoluzione di vertenze lavorative. Le maggiori criticità, ancora una volta, si sono registrate nel settore dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani: taluni addetti, infatti, reclamano tuttora la stabilizzazione lavorativa e il pagamento di numerose mensilità arretrate. Le stesse problematiche ambientali, con la paventata apertura di discariche per il conferimento di rifiuti, hanno visto impegnate in iniziative di lotta popolazioni locali. In nessun caso si sono verificati particolari episodi di intolleranza tali da arrecare pregiudizio all’ordine ed alla sicurezza pubblica.
In merito alle manifestazioni sportive, l’Ufficio è stato costantemente impegnato nella prevenzione e nella repressione delle condotte connotate da violenza in tutte le discipline presenti in ambito provinciale, concorrendo con successo al mantenimento ottimale dell’ordine pubblico.
Per quanto attiene l’aspetto delle investigazioni specialistiche, ai fini della sicurezza interna e internazionale, in questa Provincia proseguono incessantemente gli opportuni servizi, i controlli su strada e le attività info/investigative, al fine di prevenire ogni atto terroristico o eversivo e comunque ogni fenomenologia collegata a tali atti, alla luce della rinnovata emergenza e delle varie criticità registratesi in diverse Regioni e Paesi.

UFFICIO PREVENZIONE GENERALE E SOCCORSO PUBBLICO

Ha costantemente effettuato servizi di prevenzione e controllo monitorando tutte le aree cittadine ed extraurbane. In tale contesto, sono stati tratti in arresto nr. 4 persone e denunciate all’ Autorità Giudiziaria nr 24 persone. Innumerevoli sono invece gli interventi di soccorso pubblico a cui il personale in servizio ha prestato il primo intervento, interrompendo, in diversi casi il compimento di azioni illecite.
Nell’ambito dei compiti di istituto, sono state effettuate nr. 1447 pattuglie di volante, nr. 453 posti di controllo, nr. 4635 persone controllate, nr. 2577 veicoli controllati, elevate nr. 115 violazioni al Codice della Strada ed eseguite nr. 10 perquisizioni, nonché nell’ambito dei servizi di controllo del territorio il personale dell’U.P.G.S.P. ha rilevato nr. 01 incidente stradale con esito mortale, nr. 18 incidenti stradali con feriti e nr. 08 incidenti stradali con soli danni a cose.
In seno ai progetti di promozione della legalità, sono stati effettuati diversi incontri nelle scuole dell’ennese.
Costante l’impegno delle pattuglie su strada nel progetto Trinacria.

DIVISIONE DI POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE E DELL’IMMIGRAZIONE

Nel corso del 2018 diverse sono state le attività espletate dalla Squadra di Polizia Amministrativa attiva presso la Divisione, finalizzate al controllo del rispetto della normativa di settore in materia di armi, titoli, autorizzazioni e licenze di polizia.
Questi, in sintesi, i dati.

Squadra P.A.S.

Attività:

Persone deferite all’A.G. 6

N. 4 Per violazioni inerenti la detenzione di armi;
N.2 Per violazioni relative alla raccolta di scommesse su eventi sportivi.

Deleghe indagini 32 Inerenti infortuni sul lavoro

Controlli amministrativi presso pubblici esercizi 27

Sale giochi- sale scommesse –- locali con trattenimenti musicali –commercio su aree pubbliche private .

Violazioni amministrative contestate 7

Per l’attività di cui sopra.

Autorizzazioni polizia 237
Licenze Fuochi Artificiali – Licenze Collezioni Armi – Denunce Detenzione armi – Autorizzazioni Trasporto Armi – Sopralluoghi Esercizi Pubblici .

Ufficio Autorizzazioni:

Licenze rilasciate 108, Decreti di diniego 15, Decreti di sospensione attività 7, Revoca licenze 1, Ordinanze cessazione attività 15

Ufficio licenze armi:

Rilascio/ rinnovo licenze porto fucile uso caccia 74, Rilascio / rinnovo licenze porto fucile uso tiro a volo 65, Revoche/dinieghi porto fucile 52

Passaporti:

Rilascio passaporti 909, Divieti di espatrio 23

UFFICIO IMMIGRAZIONE

L’Ufficio Immigrazione è stato impegnato, in prima linea, nei rapporti con i cittadini stranieri, curando il rilascio ed il rinnovo di centinaia di permessi di soggiorno, sfruttando al meglio la nuova procedura per il rilascio degli stessi in forma elettronica, ponendo in essere un’attenta e delicata attività di verifica e controllo dei requisiti in capo agli stranieri richiedenti il titolo di polizia e procedendo, di contro, ad espellere quei soggetti non in regola con le norme per il soggiorno nel territorio nazionale.
Non di meno è stato l’impegno del Settore Espulsioni, il quale si ritrova ad eseguire provvedimenti di espulsione, talvolta connotati dall’accompagnamento coatto alla frontiera, nei confronti di cittadini stranieri detenuti nelle Case Circondariali di Enna e Piazza Armerina, trasferiti da altre carceri dislocate sul territorio nazionale, specie quelle ubicate nelle località ove gli stranieri sono soliti sbarcare, in contrasto con le vigenti norme disciplinanti il loro ingresso nel Paese.

Per quanto riguarda l’attività burocratica del suddetto Ufficio si rappresenta che, tra le attività più significative, sono stati rilasciati nr. 663 permessi di soggiorno ed emessi nr. 21 provvedimenti di espulsione di cittadini stranieri e n. 2 decreti di allontanamento di cittadini comunitari dal Territorio Nazionale.

DIVISIONE POLIZIA ANTICRIMINE

Ha effettuato attività di specifica competenza nei confronti dei soggetti sottoposti a misure di prevenzione e misure di sicurezza, e ad altre misure limitative della libertà personale.

Questi i dati relativi all’attività svolta dall’Ufficio nel corso del 2018.
Ufficio Misure di prevenzione: nr. 12 avvisi orali, nr. 02 fogli di via obbligatori, nr. 03 DASPO, nr. 2 ammonimenti del Questore.
Ufficio Informativa: nr. 180 informative per l’Autorità Giudiziaria.
Ufficio Antimafia: nr. 478 informative antimafia.
Numerose le attività su delega in materia di minori.

GABINETTO DI POLIZIA SCIENTIFICA

A supporto delle molteplici attività di polizia giudiziaria, quale fondamentale contributo allo svolgimento delle attività investigative, deve ricordarsi il prezioso apporto specialistico fornito dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, che, con il fondamentale lavoro di repertazione in sede di sopralluogo sulla scena del crimine, consente la raccolta di prove e indizi per l’individuazione degli autori dei reati. Analogamente costante è stato l’impegno profuso da quest’articolazione nel documentare i contesti operativi nelle manifestazioni e/o eventi riguardanti il settore dell’ordine e della sicurezza pubblica.
Inoltre, in ogni Commissariato della Provincia è presente un posto di fotosegnalamento, che, attraverso il peculiare apporto specialistico investigativo, supporta, analogamente al Gabinetto Provinciale, gli uffici territoriali distaccati.

UFFICIO DI GABINETTO

In relazione alla complessa attività espletata dalla Polizia di Stato nella provincia di Enna, nel corso del 2018, particolare menzione meritano gli innumerevoli servizi ordinari e straordinari di controllo del territorio, fortemente voluti dal Sig. Questore di Enna dr. Antonino Pietro Romeo, espletati anche in ambito extraurbano e predisposti a cura dell’Ufficio di Gabinetto della Questura.

Tali controlli, svolti anche con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno visto impegnate in prima linea le pattuglie della Questura e dei Commissariati distaccati, ed hanno dato luogo a copiose contestazioni e denunce all’A.G. competente. Attività preventiva e repressiva mirata a riaffermare la cultura della legalità, della civile convivenza, che costituisce anche la cifra della visibilità e della presenza della Polizia di Stato su tutto il territorio provinciale ed in particolare nei territori di Barrafranca, Pietraperzia.
Difatti, particolare menzione meritano i servizi straordinari predisposti nei territori rurali ed extraurbani finalizzati alla prevenzione della cd “criminalità rurale”, che hanno contribuito, anche quest’anno, nel periodo estivo, ad una sensibile riduzione degli incendi boschivi, di concerto le altre Forze di Polizia presenti sul territorio.

Importanti poi i risultati del Progetto Trinacria e del Piano C.I.T., realizzati unitamente all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, al Corpo Forestale (il Progetto Trinacria), alla Polizia Municipale (il C.I.T.).

Nel settore del mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, portata storica ha avuto la visita di Papa Francesco nel comune di Piazza Armerina; notevole è stato l’impegno profuso da tutto il personale dell’Ufficio di Gabinetto nella meticolosa attività preventiva e preparatoria, nonché di effettuazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica.

COMMISSARIATO DI P.S. DI PIAZZA ARMERINA

Nel corso dell’anno in esame il Commissariato di P.S. ha assicurato l’attività di prevenzione attraverso articolati servizi di controllo del territorio che hanno permesso di raggiungere i seguenti risultati operativi: nr. 244 Posti di controllo, nr. 1824 persone identificate, nr. 1063 automezzi controllati e nr.75 Contravvenzioni al C.d.S.

Nell’ambito dell’attività di repressione, sono stati conseguiti i seguenti risultati.
Sono state deferite, complessivamente, alle competenti Autorità Giudiziarie, nr. 115 persone per vari reati.
Sono state eseguite, complessivamente, nr. 173 perquisizioni personali e/o locali, a vario titolo, delle quali nr. 67 sono risultate positive, ponendo in sequestro corpi di reato pertinenti ai fatti per cui si è proceduto, consistenti quantitativi di sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana, diverse armi e munizioni detenute in violazione delle norme che disciplinano la materia, ovvero illegalmente.
In materia di consumo di sostanze stupefacenti, sono state contestate nr. 32 violazioni dell’art.75 del D.P.R. 309/90.
Complessivamente sono state tratte in arresto nr. 40 persone, responsabili di vari reati contro il patrimonio, la persona, le armi, in materia di stupefacenti ed altro, delle quali nr. 9 in flagranza di reato e nr. 31 in esecuzione di provvedimenti emessi dall’A.G. per vari reati.
Nel settore del mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, oltre al consueto appuntamento ferragostano del Palio dei Normanni, portata storica ha avuto la visita di Papa Francesco nel comune di Piazza Armerina. Notevole è stato l’impegno profuso da tutto il personale del Commissariato nella meticolosa attività preventiva e preparatoria, nonché di effettuazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica, attività per la quale sono stati proposte al Dipartimento di P.S. ricompense per lodevole comportamento.

COMMISSARIATO DI P.S. DI NICOSIA

Nel corso dell’anno in esame il Commissariato di P.S. di Nicosia è stato impegnato costantemente nell’attività di prevenzione e controllo del territorio, oltre che di repressione.
Tra le attività di maggior rilievo, nell’ambito dei servizi predisposti volti al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e/o psicotrope, si segnala l’arresto occorso in data 16 febbraio 2018.
Si rappresenta altresì, che sono state deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria nr. 47 persone a seguito di indagini ed attività di polizia giudiziaria. .

Durante l’anno in corso, sono stati effettuati nr. 1123 controlli a persone sottoposte ad arresti domiciliari e sottoposte a misure di sicurezza e benefici processuali; sono stati effettuati nr. 603 posti di controllo, identificate nr. 4496 persone, controllati nr. 1668 veicoli, elevate nr. 48 contravvenzioni al C.D.S.; persone sottoposte a perquisizione personale nr. 27.

Nel periodo in esame sono stati effettuati diversi controlli amministrativi ed è stata svolta una intensa attività amministrativa: nello specifico sono stati controllati nr. 33 esercizi pubblici da cui sono scaturite nr. 2 contestazioni per sanzioni amministrative, effettuati nr. 6 ritiri amministrativi per rottamazione armi, nr. 106 ritiri amministrativi per rottamazione munizioni, nr. 2 ritiri cautelari armi e munizioni, richiesti nr. 2 provvedimenti di divieto detenzione armi; rilasciati nr. 11 permessi di soggiorno, nr. 259 passaporti e nr 121 autorizzazioni di polizia, in ultimo è stata espletata attività di controllo al lavoro in nero ed al controllo amministrativo inerente le attività di giochi illeciti nel distretto.

Numerose le iniziative che hanno visto impegnato quest’ufficio in attività esterne. In particolare, il dirigente ha partecipato, unitamente alle amministrazioni comunali di Nicosia e Troina, a diverse conferenze di servizio sull’orario di chiusura degli esercizi pubblici, oltre a svariate iniziative al fine di contrastare il fenomeno dell’alcolismo tra i giovani ed a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, molteplici incontri sono stati effettuati anche nelle scuole con l’ausilio di personale dipendente inerenti alle tematiche di legalità, alcol, droga e bullismo.
Altri incontri sono stati organizzati con la locale Curia Vescovile.

Specifica attività dell’Ufficio UIGOS è stata espletata dal 19 al 28 giugno presso l’aula consiliare del Comune di Nicosia a seguito dell’assemblea permanente degli allevatori nicosiani, indetta per protestare contro il mancato pagamento dei contributi comunitari relativi agli anni 2015, 2016, 2017 e 2018.

Altre peculiari attività sono state espletate in occasione della visita a Troina, in data 01.09.2018, del Cardinale Pietro PAROLIN, Segretario di Stato Vaticano, ed in occasione della visita a Sperlinga, in data 03.11.2018, del Presidente della Regione, On. Nello MUSUMECI, che hanno visto il massimo impiego delle forze territoriali.

Particolare impegno è stato costantemente garantito, oltre che per i servizi svolti tradizionalmente (Progetto Trinacria – territori di Nicosia e Troina, manifestazioni varie a Nicosia e nei Comuni di propria competenza), nel settore del mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, espletato da personale del Commissariato, per le partite casalinghe dell’A.S.D. Troina, militante nel campionato di calcio di serie “D”.
Le predette attività di tutela di personalità ed i servizi di ordine pubblico (Trinacria –territorio di Troina – e O.P. per le partite di calcio) permettono una presenza costante della Polizia di Stato, quasi giornaliera, sul territorio di un Comune, quello di Troina, non facile dal punto di vista della sicurezza.
Di particolare rilievo a tal proposito, risulta l’attività di polizia giudiziaria compiuta in data 16 dicembre u.s., in occasione dell’incontro di calcio del campionato di serie D tra il Troina ed il Marsala. Nella circostanza, al termine della gara ed all’esterno dell’impianto sportivo, si sono verificati violenti scontri tra gli ultras dell’Acireale (estranei alla predetta manifestazione sportiva e presenti nel territorio di Troina solo per scontrarsi con la tifoseria della squadra ospite) e del Marsala. Il personale della P.S., impiegato per l’apposito servizio di O.P., interveniva immediatamente ponendo fine agli scontri ed arrestando un giovane acese per lesioni aggravate e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Per gli stessi fatti criminosi sono stati deferiti all’A.G. competente ulteriori tre supporters dell’Acireale. Per i quattro tifosi è stata proposta la misura di prevenzione del D.A.S.P.O.

COMMISSARIATO DI P.S. DI LEONFORTE

Nel corso dell’anno in esame il Commissariato di P.S. di Leonforte ha assicurato un’efficace attività di prevenzione, attraverso articolati servizi di controllo sul territorio e di repressione.

Il personale colà in servizio ha permesso con il costante impegno profuso nell’attività giornaliera di conseguire i seguenti risultati operativi:

Nr. 2 persone denunciate in stato di libertà;
Nr. 16 esecuzioni in carcere su ordine dell’Autorità Giudiziaria;
Nr. 16 persone arrestate in flagranza di reato.

Di seguito si rassegnano le operazioni di Polizia Giudiziaria di maggior rilievo operate dal Commissariato di P.S. di Leonforte:

Il 20 aprile 2018, è stata effettuata l’operazione di polizia denominata “Blood Brothers” che ha portato alla esecuzione della misura cautelare della detenzione in carcere di nr. 3 soggetti e alla esecuzione della misura cautelare dell’obbligo di firma di altra persona, tutti per i reati di usura, estorsione, ricettazione, detenzione armi illegali e clandestine nonché per esercizio abusivo del credito.
Il 27 aprile 2018, è stata effettuata l’operazione di polizia denominata “Anno del Gallo” che ha portato alla esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di tre persone e alla misura cautelare dell’obbligo della presentazione alla P.G. di altri 4 persone, tutti per i reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.
Il 28 novembre 2018, è stato effettuato un arresto in flagranza di reato nei confronti di un individuo responsabile di trasporto e detenzione, ai fini di spaccio, di grammi 500 circa di sostanza stupefacente del tipo hashish.
novembre 2018: Esecuzione delle ordinanze disposte dalla suprema Corte di Cassazione, di quattro persone, di cui due in carcere e due agli arresti domiciliari, in relazione all’operazione di polizia denominata “Anno del Gallo”.

Nel corso dell’anno, durante le operazioni di polizia giudiziaria, l’Ufficio in argomento ha, complessivamente, effettuato i seguenti sequestri, in particolare:

nr. 10 involucri di marijuana, nr. 10 oggetti corpo di reato, nr. 2 autovetture e nr. 5 coltelli.

L’attività di prevenzione e controllo del territorio dipanatasi con turnazione H24 ha permesso di conseguire i seguenti dati:

Veicoli controllati: nr. 1067
Persone identificate: nr. 1575
Perquisizioni: nr. 57
Controlli a persone sottoposte agli arresti domiciliari: nr. 1737
Controlli a persone sottoposte a misure di prevenzione e di sicurezza: nr. 1291
Posti di Controllo: nr. 296
Violazioni al C. D. S.: nr. 183
Controlli Amministrativi: nr. 34
Violazioni Amministrative: nr. 9
Sequestri Amministrativi: nr. 2
Persone denunciate per violazioni in materia di esercizi pubblici: nr. 4
Sequestro Amministrativo di armi: nr. 1
esercizi pubblici controllati: nr. 34
permessi di soggiorno rilasciati: nr.43
licenze in materie di armi: nr. 8
licenze di porto di fucile: nr. 150
passaporti rilasciati: nr. 373
dichiarazioni di accompagno: nr. 13
licenze ed autorizzazioni di polizia (spett. feste in piazza, etc.): nr.75.

Numerose le iniziative che hanno visto impegnato quest’ufficio in attività esterne nel corso del corrente anno, difatti, nell’ambito dell’attività di prossimità, per la diffusione della cultura della legalità, personale dipendente, ha partecipato, in linea con quanto effettuato lo scorso anno, ad incontri organizzati da istituti scolastici di Leonforte e dei Comuni limitrofi, illustrando agli studenti le funzioni dell’istituzione Polizia di Stato, i rapporti della stessa con la cittadinanza ed i valori di una società democratica e moderna, affinché la cultura della “legalità” sia un principio morale ed etico di ogni cittadino, come riferimento di base della nostra Carta Costituzionale.

SEZIONE POLIZIA STRADALE

La Polizia Stradale – Sezione di Enna e dipendenti Distaccamenti – ha svolto nel corso del 2018 la seguente attività:
Pattuglie effettuate nr. 2382;
Veicoli controllati nr.12215;
Persone controllate nr.15086;
Persone controllate con etilometro nr.11151;
Infrazioni rilevate nr.5421;
Soccorsi effettuati nr.642;
Incidenti rilevati nr.171;
Persone denunciate nr.77.

Sono state, altresì, denunciate per guida in stato di ebbrezza nr.88 conducenti e nr. 9 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nonché nr. 32 persone, perché sorpresi alla guida di veicoli, non essendo titolari di patente o con categoria diversa.

Nella circostanza, si rileva che durante in periodo in questione quest’Ufficio, oltre al pattugliamento costante della rete autostradale di competenza e delle principali arterie di comunicazione, ha effettuato specifici servizi. In particolare:
nr. 322 dispositivi di controlli aventi ad oggetto l’autotrasporto professionale, verificando le condizioni psicofisiche dei conducenti ed i tempi di guida e di riposo;
nr. 22 servizi congiuntamente ai centri mobili di revisione del Ministero dei Trasporti, finalizzati ad accertare i requisiti tecnici dei veicoli pesanti;
nr. 12 dispositivi speciali di controllo presso i maggiori centri della provincia;
nr. 4 controlli presso esercizi connessi alla vendita, riparazione o demolizione di veicoli.
Nr. 22 max sanzioni per lavoro in nero D.L.vo 151/2015 ambito autotrasporti.
Nr. 13 campagne tispol ( alchool – cinture – telefonini- trasporto persone – velocità).

Durante l’anno, oltre alla partecipazione al consueto Progetto ICARO, giunto ormai alla 18ma edizione, molteplici sono state le attività istituzionali “esterne” svolte da questo Ufficio, teste a diffondere la cultura della legalità, specificatamente nell’ambito dell’educazione stradale. A riguardo si osserva come siano cresciute le iniziative intraprese da organizzazioni ed enti scolastici, con il coinvolgimento di un sempre maggior numero di giovani studenti, così che il rispetto delle regole non sia vissuto come “atto dovuto” ed imposto ma come precisa scelta culturale, per senso civico e dovere sociale. Particolare attenzione è stata rivolta ai rischi alla guida derivanti dall’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti. In particolare:
In data 20 aprile 2018, era organizzato dal “FIAT Club 500 Italia”, sede di Calascibetta, un incontro sui temi suesposti con l’ampia partecipazione della cittadinanza e degli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado del luogo.
In data 7 maggio2018, aderendo al Progetto Legalità, era organizzato un incontro dalla Direzione Didattica Statale di Troina con gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado della cittadina.
Nei giorni 11, 14, 16 e 21 maggio 2018, nell’ambito del progetto ICARO, erano svolti gli incontri con gli alunni delle scuole secondarie di primo grado, G. F. Ingrassia di Regalbuto e “De Amicis” di Enna.
In data 23 maggio2018, , nella cornice della manifestazione “Donare sangue è benessere”, per la promozione della cultura della solidarietà e della legalità, era svolto un incontro con la cittadinanza e con gli studenti dei vicini istituti secondari superiori presso l’università Kore di questo centro.
In data 8 novembre 2018, lo scrivente sottoscriveva un protocollo d’intesa proposto dall’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Caltanissetta, che vedeva l’adesione anche dell’ASP di Enna, UOC Dipendenze Patologiche, l’ASP di Caltanissetta, UOC Centrale Operativa 118 ed Associazione Italiana Famigliari Vittime della Strada. Il progetto, intitolato “Precedenza…alla vita”, era indirizzato agli imputati in Messa alla Prova ed ai condannati in misure alternative e prevedeva degli incontro presso il SerT di Enna, il primo dei quali avvenuto il 13 novembre.
Giorno 21 novembre 2018, era occasione per celebrare la giornata mondiale ONU in ricordo delle vittime della strada con i ragazzi dell’istituto superiore secondario “E. Majorana” di Piazza Armerina.
Nei giorni 8, 11 e 22 novembre 2018, erano organizzati i service “I giovani e la sicurezza stradale” dalla locale sede del LIONS Club, con incontri svoltisi presso tre istituti secondari superiori della città. Il giorno 18 dicembre si è tenuto un incontro presso il plesso Liceo Scienze Umane e Musicale di Enna, organizzato dall’Ambito Territoriale di Caltanissetta ed Enna dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ed indirizzato ad una rappresentanza di tutti gli studenti degli istituti secondari di secondo grado della Provincia.

SEZIONE POLIZIA POSTALE
La Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Enna ha disimpegnato diverse attività nel segno della prevenzione e repressione dei cosiddetti reati informatici. Questi i numeri: complessivamente sono stati trattati nr. 179 fascicoli tra Denunce-Querele presentate in questa Sezione e Deleghe delle Autorità Giudiziarie.
Sono stati trattati nr. 116 casi di Truffe e Frodi on-line, per una somma complessiva di € 35.195,00 ed una perquisizione per reati di Pedopornografia on-line cha ha permesso di sequestrare materiale informatico per 150 GByte;
Sono state segnalate alle competenti AA.GG. nr.08 persone come di seguito indicate:
-nr. 01 per detenzione di materiale Pedopornografico;
-nr. 07 per Truffe On-Line.
Inoltre, sono state effettuate nr. 71 pattuglie antirapina, vigilando totalmente nr. 301 Uffici Postali, in città e in provincia.

Nell’occasione, la Polizia di Stato augura un lieto 2019 ai cittadini, all’insegna della più stretta interazione e collaborazione costruttiva, nel rispetto della legge e nel segno della legalità e della civile convivenza.


Staff
Autore -


'Questura di Enna. Bilancio operativo anno 2018'

Nessun commento per questo articolo!

Inviaci un tuo commento

il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Copyright © 2017 | www.94014.it Tutti i diritti riservati | Policy Privacy | Credits Sitoidea.it